Satta e Boeteng sono pronti per la nascita del loro primo figlio. Nella cover story di Chi confermano che il parto è previsto il 16 aprile. I futuri mamma e papà sono indecisi su tre nomi, ma non hanno voluto sbottonarsi. L’unica cosa che è certa è il secondo nome: Prince come il papà Kevin-Prince. In un primo momento volevano chiamarlo Rio, ma poi è diventato il nome del cavallo che il calciatore ha regalato a Melissa.

La Satta ripercorre la sua reazione di quando ha scoperto di essere incinta:

“Una tragedia. L’ho scoperto da sola, a fine estate, a Porto Cervo. Kevin era in ritiro con il Milan. Non volevo dire nulla e fargli una sorpresa. Rientro a Milano, lo chiamo ma la sorpresa me l’ha fatta lui dicendomi: ‘Amore andiamo in Germania. Cambio squadra’. E io ho risposto: ‘Amore andiamo in Germania, ma saremo in tre”.

Sempre Chi ci svela i rispettivi soprannomi con cui i due innamorati chiamano l’un l’altra. Lei lo ha ribattezzato Capo, lui Baby. Boateng ha capito che “sarebbe diventata la donna con cui sarei invecchiato dall’attimo in cui l’ho conosciuta. L’ho corteggiata al telefono per tre settimane. Lei niente. Poi una sera mi ha raggiunto in discoteca, ma faceva il fenomeno. Se la tirava. Io dentro di me leggevo già tutta la nostra storia. E avevo ragione”.

La Satta, invece, pensava fosse un “tamarro”:

“L’ho visto tre volte e non è mai successo nulla. Poi sono volata negli States per lavoro, sono stata via un mese, e non c’è stato un giorno in cui non ci siamo sentiti. Lì ho capito. Ed eccoci qui a pochi mesi dal parto. Ho lasciato il lavoro (Tiki Taka) perché le compagnie aeree difficilmente accettano le donne incinte che hanno superato la trentaduesima settimana di gravidanza”.

Il momento più difficile di questi mesi è stato quello in cui Kevin è stato aggredito, lo scorso dicembre. Lui è ancora provato (potrebbe aver avuto un pugno dall’ex moglie Jennifer):

“C’è un’indagine in corso. Di quella sera ricordo sono un forte pugno che mi è arrivato sul volto. Potevo perdere un occhio, poi il buio. Ho ripreso conoscenza quasi subito, ma non avrei mai reagito. Pensavo a Melissa, a nostro figlio e al mio primo figlio (Jermaine, di cinque anni)”.

Melissa conferma, invece, di non aver mai conosciuto il figlio di Kevin. Una cosa è certa. I due fratellastri avranno presto una sorellina. Boateng sentenzia:

“Mica ci fermiamo qui. Sono serio”.

Intanto la coppia si divide tra una villa in una zona residenziale di Düsseldorf e una casa a Milano. Per il matrimonio “ne riparleremo tra un anno”. L’idea è di celebrarlo a Porto Cervo, nella chiesa che Melissa frequentava da bambina. il loro sogno per il futuro? Trasferirsi negli Usa per qualche anno.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto