Accuse dure e pesanti piovono su Woody Allen. Il celebre regista è al centro di una dura lettera che la figlia adottiva Dylan ha scritto per il New York Times. Si è definita disgustata per il premio Lifetime Achievement ottenuto dal padre ai recenti Golden Globes e ha deciso di raccontare al mondo intero l’esperienza che ha segnato la sua infanzia. Al quotidiano, la donna ha rivelato di essere stata molestata dal padre quando aveva solamente sette anni.

Dylan è stata adottata da Woody e da Mia Farrow quando la loro storia durava da ben dodici anni. Già in passato la donna ha spiegato di essere stata vittima di abusi da parte del regista ma lui ha sempre negato e non è mai stato perseguito perché “…numerose persone da tutte le parti del mondo hanno scritto con passione di questi eventi ma non hanno sentito le parole della giovane donna che era al centro della vicenda”, ha anticipato il giornalista Nicholas Kristof prima di pubblicare la lettera sul giornale

Dylan inizia la lettera così:

“Qual è il vostro film preferito di Woody Allen? Prima di rispondere, dovreste sapere questo: quando avevo sette anni, Woody Allen mi prese per mano e mi condusse in una soffitta al secondo piano della nostra casa”

Tutto questo, ovviamente, sarebbe avvenuto all’oscuro di Mia Farrow

“Mio padre stava facendomi cose che non mi piacevano. Non mi piaceva quando spesso mi portava via dalla mia mamma, dai miei fratelli e dagli amici per stare da sola con lui. Non mi piaceva quando dovevo andare a letto con lui sotto le lenzuola mentre lui era in mutande (…)”

Dylan ha spiegato che è stata traumatizzata dagli eventi e che spesso si chiudeva in bagno e si nascondeva ma lui la trovava sempre

“Ho pensato che questo era il modo in cui i padri stravedevano per le loro figlie. Ma quello che ha fatto con me in soffitta mi ha fatto capire che era diverso”

Non ce l’ha fatta più e lo ha detto a sua madre, una decisione che ha scatenato la rottura tra i suoi genitori e le complicanze maggiori. Col passare del tempo, il trauma è stato così forte da portare Dylan ad avere disturbi alimentari e a tagliare se stessa, andando in panico ogni volta che il nome di Woody spuntava nei media.

Via | Aceshowbiz

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto