Justin Bieber, positivo a erba e Xanax

Il cantante non aveva assunto alcol in dosi tali da essere fuori dalla legge

Sono finalmente stati diffusi i risultati delle analisi tossicologiche di Justin Bieber. L'esame era stato effettuato a pochi mimunti dall'arresto di giovedì scorso in quel di Miami, in Florida. Le buste sono arrivate, le apriamo...and the winner is [rullo di tamburi]: erba e ansiolitici.

Proprio così, nelle ore precedenti al fermo il cantante non aveva bevuto a sufficienza per risultare legalmente ubriaco. Restano le altre due sostanze ritrovate nelle urine di Justin. E di queste il nostro dovrà risponderne davanti ad un giudice.

Justin Bieber

La prima, il THC, è il principio attivo della cannabis. Viene così confermata l'indiscrezione circolata nelle ore successive all'arresto secondo cui Justin avrebbe passato il giorno precedente a fumare in studio di registrazione.

C'è poi l'alprazolam, probabilmente assunto dal cantante sotto forma di Xanax. In questo caso non è chiaro se la pop-star sia venuto in possesso del farmaco dopo regolare prescrizione medica o se sia stata effettivamente la madre a consigliargliene l'uso.

Contrariamente a quella di gara illegale fra macchine, l'accusa per guida in stato di ebrezza sembra essere poggiata su solide basi. Gli avvocati del cantante hanno fatto sapere che Justin si è dichiarato innocente e cercherà l'assoluzione in tribunale. Staremo a vedere.

Via | TMZ

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail