Sarà pur vero che Francesco Facchinetti in maniera forse fin troppo scontata ci stia marciando su da ormai 24 ore, però stavolta bisogna ammettere che la sua trovata è stata al limite della genialità (la potete ascoltare in fondo al post).

Il conduttore e produttore discografico aveva smentito sin da subito di essere stato il protagonista di una rissa in discoteca con Mario Balotelli e il fratello Enoch, come raccontato in esclusiva dal sito de La Gazzetta dello Sport. Oggi è tornato sull’argomento a Radio Kiss Kiss nel programma che conduce ogni pomeriggio in diretta.
L’ex compagno di Alessia Marcuzzi ha raccolto le testimonianze di Enoch Balotelli e di Lorenzo Tonetti, imprenditore milanese che sarebbe riuscito nell’impresa di sedare la rissa avvenuta domenica sera nel capoluogo lombardo. Entrambi, ovviamente, hanno negato che Facchinetti sia venuto alle mani con i Balotelli’s brother.

Ma non è finita qui. Il figlio di Roby Facchinetti dei Pooh infatti ha pensato bene di organizzare uno scherzo-trappola a Mimmo Cugini. Chi è costui? Si tratta del giornalista che ha firmato l’articolo della Rosea e che ancora ora campeggia in home sul sito del quotidiano (oggi non è stato aggiornato perché è in corso uno sciopero).
Così, con la complicità dei suoi colleghi radiofonici, Facchinetti ha fatto credere a Cugini di ricevere una telefonata privata da un corrispondente de El Mundo Deportivo, voglioso di conoscere maggiori dettagli sulla vicenda.
Nel corso della breve telefonata – registrata e trasmessa in radio (tutto ciò è legale?) – il giornalista ha assicurato di aver visto la rissa con i propri occhi essendo lui presente al Byblos insieme a due colleghi in quel momento.
Alle domande del finto corrispondente del giornale spagnolo, Cugini ha ammesso di non avere prove fotografiche né video e non ha escluso di aver confuso Enoch con Mario.
Il giornalista sportivo ha anche espresso il suo rammarico per gli insulti che Facchinetti gli avrebbe rivolto nell’intervista rilasciata a Tiki Taka (gli ha dato del “dopato”) annunciando possibile querela.

Alla fine però è arrivato il colpo di scena con l’ex conduttore di X Factor che ha preso il telefono in mano e si è rivolto direttamente al suo ‘nemico’ apostrofandolo con l’insulto sgarbiano “capra” (con la variante ‘di mer.a’). Naturalmente Cugini ha riattaccato il telefono.

Ma non si è risparmiato la brutta figura. Perché francamente si fatica a non credere alla versione di Facchinetti e di Balotelli Junior (Mario ha scelto il profilo basso in questo caso), mentre è molto più facile pensare che il buon Cugini abbia preso un abbaglio. Magari – anzi, sicuramente – in buonafede, ma sempre abbaglio è.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto