aaron carter michael jackson

Sono dichiarazioni da prendere con le pinze quelle rilasciate da Aaron Carter ad Ok Magazine, come tutte le dichiarazioni riferite a persone che non possono più difendersi. Aaron, fratello minore di Nick Carter dei Backstreet Boys, sostiene che Michael Jackson gli abbia offerto alcolici e droga quando era ancora minorenne. L’amicizia fra Aaron e Michael (insieme a Nick nella foto) è ben documentata, ma è la prima volta che il piccolo Carter descrive i lati più oscuri della loro relazione.

Non ne ho mai parlato. Questa è la prima volta. Mi manca Michael, ho trascorso dei momenti incredibili con lui. Con lui ho fatto cose che nessun altro ha fatto. Ma sono anche stato turbato da quello che mi ha fatto. Sì, mi ha dato del vino. Avrei potuto rifiutarlo ma avevo 15 anni. Mi ha dato cocaina […]. Dopo ne abbiamo parlato per ore e ore al telefono. Ammiravo Michael ma il suo comportamento mi ha dato molto fastidio. Poi mia madre ha chiamato la polizia.

Queste parole non mancheranno di far infuriare tutti fans di Michael. La scelta di pubblicare quest’intervista a due anni esatti dalla scomparsa del Re del Pop poi non è casuale ed è facilmente prevedibile che nei prossimi anni, sul finire di giugno, “rivelazioni” del genere compariranno regolarmente sulle riviste scandalistiche di tutto il mondo. La famiglia Jackson non ha ancora commentato ufficialmente la notizia.

Via | OK Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Cantanti Leggi tutto