Kikò, il marito di Tina tutor dalla Balivo: "Tagliavo i capelli già a 11 anni, ma con le tinte ho inquinato il mare di Sabaudia"

Il marito di Tina Cipollari taglia i capelli a Detto fatto: il debutto giovedì 23 gennaio 2014

Non vedevamo Kikò Nalli dal 2010, quando il Tg1 lo trattò come un uomo della strada qualsiasi non riconoscendolo (ma facendo pubblicità al suo negozio). Ora è tornato per soddisfare il passatempo preferito delle sue fan: il taglia e cuci. Caterina Balivo ha arruolato il noto marito parrucchiere della Vamp di Uomini e donne, Tina Cipollari, come tutor di Detto Fatto (c'è mancato poco che oggi non si facessero concorrenza).

Kikò è una vecchia conoscenza per la Balivo, che l'aveva già invitato con la moglie nel suo programma Dimmi la verità, in onda su RaiUno, facendo il record di ascolti.

Oggi abbiamo scoperto degli aneddoti perdibilissimi sul coiffeur più paparazzato di 'Italia. Innanzitutto che una nota attrice hollywoodiana, dall'identità imprecisata, sarebbe sua cliente fissa ogni volta che arriva in Italia. Poi che ha cominciato prestissimo a darci un taglio:

"A 16 anni facevo le pieghe in spiaggia, facevo i colori e le decolorazioni. Avevo creato un gazebo perché mia madre è proprietaria di uno stabilimento con ristorante sulla spiaggia. Io ho cominciato a tagliare i capelli a 11 anni, a 16 anni ho cominciato a lavorare d'estate e a 16 anni e mezzo ho aperto il mio primo salone".

La Balivo è andata subito a caccia di doppi sensi:

"Ti pagavano le signore?"

E Kikò è stato al gioco:

"E certo, tutto a pagamento"

Poi Nalli ha ammesso il suo passato anti-ecologico:

"Non potrei dirlo. Ho avuto un controllo dell'Asl. Si buttavano in acqua. Non lo faccio in più, chiedo scusa. Ero piccolo, ero ingenuo, pensavo solo ai soldi. Mi hanno cacciato dalla spiaggia perché avevo inquinato parte dello stabilimento, anche mia madre si è arrabbiata, le ho fatto perdere dei clienti nel suo stabilimento a Sabaudia, al Circeo".

La conduttrice l'ha bacchettato per il suo debutto un po' maldestro:

"Non ti mettere davanti, che non possono inquadrare i capelli della signora. Hai fatto tanta televisione con tua moglie, dovresti saperlo. E vai piano, non abbiamo fretta".

A questo punto il signor Cipollari si è lanciato in una battutina:

"Sono abituato a lavorare in velocità. Se mi fai andare lentamente io mi dispiace non taglio".

Poi Nalli si è confuso, pensando di aver già tagliato i capelli in televisione in un programma della Balivo:

"I capelli in tv li ho tagliati da te, quando abbiamo fatto... che c'era pure la bionda che ha fatto il trucco. C'era un'estetista, un parrucchiere. Ah non eri te, mi so' sbagliato".

Ma a noi Nalli piace ricordarlo per come la moglie lo ha difeso in una storica rissa a Uomini e donne. Rosy del pubblico parlante gli rinfacciava di aver fatto il testimonial di un calendario di piercing e la Cipollari è andata su tutte le furie:

"Mio marito è un gran figo e pure più giovane di me. Un bel ragazzo, che se lo può permettere. Ma tu pensa quanto ti interessa la mia vita? Vai a vedere pure il piercing, che ce l'ha in un punto delicato. Come hai fatto a vederglielo? Pensa quanto sono importante per la tua vita. Non vado a indagare pure il piercing del marito a una persona di cui non mi importa nulla. Tu non ti devi permettere di offendere mio marito, che ti stacco la testa. Befana, sai i fatti di tutti. Che sei invidiosa, che ti rode il culo? Mio marito si fa il mazzo dalle 6 di mattina. Non ti permettere di nominare i miei figli, che sono dei minori, e di nominare mio marito, perché mio marito lavora, ha 5 negozi e può fare quello che gli pare. Adesso conosci anche il mio conto in banco? Deficiente".


Tina Cipollari VS Rosy di f727950184

  • shares
  • Mail