Intervista promozionale di Emma Watson, che mentre presenta l’ultimo film della saga di Harry Potter coglie l’occasione per raccontare un po’ di sè. Vi traduciamo le domande più gossippare dell’intervista, e vi rimandiamo all’originale per tutte le altre.

Quanto è difficile vivere una vita che non sembra una vita vera?

L’erba del vicino è sempre la più verde. E quindi per me, non avendo mai avuto quella che chiamano una vita normale, l’idea di star seduta in camera con un bicchiere di vino e una pizza è davvero eccitante. Perchè è qualcosa che mi manca, per ora.

Hai come modelli attrici che sono riuscite a combinare università e carriera?

Sì, alcune. E decisamente voglio provare a conciliare le due cose. Ma sostanzialmente l’educazione in questo momento è la mia priorità: voglio una laurea. Questo tempo non me lo ridarà nessuno. Ho tutta la vita per lavorare ma non avrò mai più l’occasione di sperimentare la vita universitaria.

Si è molto parlato del tuo cambio di look: è la prima volta che “ci dai un taglio”.

Sì, è divertente e carino. Mi piace guardarmi e sentirmi un po’ diversa.

Emma Watson dopo Harry Potter

Ti manca la tua chioma?

Con i capelli corti devi essere più audace, perché non c’è nulla dietro a cui nascondersi. Quindi questo taglio mi ha reso audace nelle scelte degli abiti. Forse ha fatto di me una persona più sicura. Non sono certa del perché, ma è così.

Con tutti i soldi e le opportunità che hai avresti potuto prenderti un anno o due di vacanza. Perché hai scelto di studiare?

Semplicemente perché adoro imparare. Sono dipendente dallo studio. Voglio sapere più cose possibile, non è mai abbastanza e non smetterò mai. Amo la conoscenza. Anzi, ne sono proprio dipendente!

Via UAE University Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto