Denunciato Tobey Maguire: tutta colpa della passione per il poker!

Tobey Maguire spiderman 2009

Le indagini del FBI sul conto di Brad Ruderman, amministratore delegato di un fondo d'investimento chiamato Ruderman Capital Partners, hanno portato alla denuncia di Tobey Maguire. "Come?", direte voi. Molto semplice: il suddetto Ruderman in realtà è un truffatore che, nel tentativo di racimolare un po' di soldi da ridistribuire poi ai propri investitori, organizzava partite di Texas Hold'em (una variante del poker) con giocatori del calibro di Ben Affleck, Leonardo DiCaprio, Matt Damon e Tobey Maguire, naturalmente.

Il piano non è andato come doveva e Ruderman è arrivato a perdere 25 milioni di dollari nel corso di questi incontri clandestini di poker. Male per lui, che è stato già arrestato dalle autorità americane, malissimo per gli investitori del suddetto fondo d'investimento che adesso stanno cercando di recuperare almeno una parte dei soldi perduti facendo partire una serie di denunce all'indirizzo dei giocatori che partecipavano a queste partite. Giocatori come Tobey, per l'appunto.

L'attore 35enne avrebbe infatti vinto fino a 300mila dollari partecipando agli incontri bisettimanali organizzati da Ruderman in lussuose suite d'albergo o in esclusivi nightclub di Los Angeles nell'arco di tre anni (dal 2006 al 2009). Non tutti i celebri giocatori che abbiamo elencato erano bravi con le carte come Tobey: Leonardo e Matt non vincevano quasi mai, mentre Ben se la cavava egregiamente. L'unico ad essere denunciato fra di loro però è stato il signor Maguire, molto probabilmente per la frequenza con la quale partecipava agli incontri.

La star non si è fatta cogliere impreparata ed ha immediatamente assunto un team legale pronto a difenderlo in tribunale al grido di "quei soldi sono miei!". Riuscirà a vincere anche questa partita?

Via | Radar Online

  • shares
  • Mail