Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone

Rolling Stone ha affidato a Terry Richardson il compito di fotografare Katy Perry per il numero di luglio. Il risultato è sotto i vostri occhi. Ma non di sole foto vivrà il fan di Katy. Ad accompagnare gli scatti c'è infatti una manciata di dichiarazioni memorabili. Come quella rivolta al marito Russell Brand:

È cambiato tantissimo. Quando ho i postumi di una sbronza lo guardo e dico: "Come cazzo facevi a farti di eroina tutti i giorni quando io non riesco a bere tre bicchieri di vino senza aver il desiderio di non voler bere mai più?". Naturalmente sono molto felice che sia sopravvissuto.

Katy non si esime dal parlare del proprio corpo, una componente fondamentale del successo che l'ha portata nell'Olimpo del Pop mondiale:

Ho cominciato a pregare di avere il seno quando avevo 11 anni. Dio ha risposto alle mie preghiere 100 volte tanto, finché non mi veniva da dire: "Per favore Dio, fermati. Non riesco a vedere i miei piedi: per favore, fermati!". Ero molto più rettangolare all'epoca, non capivo il mio corpo. [...]. Non sapevo che potevo usarle, quindi ho cominciato a "impacchettarle" con del nastro adesivo. Per quanto tempo? Probabilmente fino ai 19 anni.

Tenere a bada le tette con dello scotch? Un'idea che Lady Gaga potrebbe sfruttare per il suo prossimo video. Col tempo Katy ha capito di poter usare le curve che il Signore le aveva donato a proprio vantaggio. Basta dare un'occhiata alla sua carriera...e al servizio fotografico che segue.

Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone
Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone
Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone
Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone
Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone
Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone
Katy Perry sulla copertina di Rolling Stone

Via | Rolling Stone

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: