L’avevamo chiesto a gran voce e alla fine c’ha accontentati. Brad Pitt ha infatti definitivamente archiviato la lunga e folta chioma ostentata tra il 2012 e il 2013, presentandosi nella notte ai Producers Guild Of America Awards con un taglio decisamente inatteso.

Quasi da ‘Marines’, potremmo dire, con testa rasata ai lati e capello impomatato. Intervistato sull’argomento a cerimonia conclusa l’attore, in odore di Oscar grazie alla produzione di 12 anni Schiavo e al momento nei cinema d’Italia con The Counselor di Ridley Scott, ha però subito messo le mani avanti, motivando il perché di un look simile.

E’ per una parte cinematografica, non per scelta“. Questo il commento divertito di Brad, sorridente e probabilmente consapevole di non aver fatto propriamente colpo, per un taglio lontanamente simile a quello ‘indossato’ da Pitt in Burn After Reading dei Coen, nel 2008.

Ulteriori dettagli sulla pellicola che ha richiesto cotanto sacrificio al divo non se ne hanno, così come la reazione dell’amata Angelina Jolie, ma tra i fan dell’attore è già partita la corsa al ‘voto’, tra chi apprezza questo Pitt quasi ringiovanito e chi proprio non digerisce la testa mezza rasata. Nel dubbio, anche a 50 anni suonati, Brad continua a trasformarsi, a crescere come ‘potenza’ in quel di Hollywood e a far parlare di se’. Nella speranza che un Oscar per la ‘recitazione’, e non solo in quanto produttore, possa in futuro tramutarsi in realtà. Ciuffo o non ciuffo.

Fonte: AceShowBiz

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Straniero Leggi tutto