Barbara Chiappini è diventata mamma lo scorso 19 dicembre della piccola Sveva Lucia. Il nome Lucia, come ormai sappiamo, è stato scelto in onore della mamma di Barbara, scomparsa quando lei aveva solo 11 anni. La showgirl, insieme al marito Carlo Marini Agostini, racconta le emozioni di essere diventati genitori al settimanale Di Più:

L’ultima fase del travaglio, fino alla nascita di Sveva, l’abbiamo vissuta insieme. La mia bambina è nata alle due del pomeriggio, pesava tre chili ed era lunga cinquanta centimetri. Quando l’ho stretta al petto per la prima volta sono scoppiata in un lungo pianto e ho pensato subito a mia madre, le ho chiesto di proteggerla e di starle sempre vicino.

L’unico ‘problema’ in tanta felicità rigurda l’organizzazione familiare, che non è ancora perfetta e ‘risente’ della presenza dei cani della Chiappini, da lei molto amati e che non vuole trascurare. Per questo motivo lei non dorme nella stessa stanza della piccola, e neppure in quella del marito, almeno per il momento:

In effetti, volevo mettere Sveva vicino al mio letto, per riunirmi di notte con Carlo e abituare i cani a stare in una bella stanza che avevo anche già separato. Ma le devo dire la verità? Ancora non ce l’ho fatta.

Ovviamente, durante la notte, Barbara fa visita alla bambina più volte, ogni volta che lei ha bisogno della sua mamma:

Mia figlia dorme in una culla nella stanza con mio marito e quando si sveglia, mediamente ogni tre ore, o la sento piangere o Carlo mi viene a chiamare. lo allora mi alzo subito, vado nella sua stanza, la coccolo e l’allatto al seno. Intanto, Carlo le prepara pure qualche grammo di aggiunta da dare con il biberon. Poi aspetto che si addormenti. La bambina sta bene, e sto bene anch’io. Con il tempo, spero di riuscire ad “allontanare” i cani dal mio letto per fare spazio a mio marito, come e giusto, e per prenderci insieme cura di Sveva.

Dite che ci riesce?

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto