Katy Perry ai suoi chauffeur: "Non guardatemi e non parlatemi!"

katy perry rider

Sono trapelate online le richieste di Katy Perry per il suo tour imminente. Ci riferiamo al rider, un documento che il management di un'artista consegna ai promoter di ogni singolo concerto e nel quale vengono elencate, per esempio, le istruzioni sul cibo da servire alla cantante prima di un'esibizione o come arredare il camerino della stessa. Leggendo il rider di Katy Perry scopriamo che lei dorme solo in suite presidenziali in alberghi a cinque stelle. Banale, chi non se l'aspettava?

Ciò da cui siamo rimasti veramente colpiti sono le indicazioni, ma sarebbe meglio chiamarli ordini, rivolte agli autisti che la scarrozzeranno dall'hotel al luogo del concerto e viceversa. Leggete un po':


  • L'autista deve stare dietro il volante tutto il tempo.

  • L'autista non inizierà una conversazione con la cliente [ovvero Katy Perry].

  • Non guardare nel sedile di dietro attraverso lo specchietto.

  • Non chiedere autografi o foto, specialmente non quando si guida.

  • L'autista non parlerà agli ospiti o ai fans.

L'elenco continua e vien da chiedersi se non sia il caso di assumere uno chauffeur robot, perché è di questo che Katy Perry ha veramente bisogno.

Via | TSG

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: