Al Bano: "Odio il gossip, le donne amano i riflettori, io la riservatezza"

Il cantante pugliese ha rievocato i tempi del suo arrivo a Milano ed è tornato a parlare del rapporto con l'ex moglie Romina Power.

La pace interiore devi creartela da solo. Non dico che ci riesco, ma ci provo. Se sei un buon cristiano devi ricordare che perfino Dio ha vissuto il martirio di un figlio. Chi sono io per meritarmi un destino diverso? Per sperare che la vita sia sempre una corsa in pianura? Quando arriva la tua croce devi lottare per non soccombere. Ma qualche chiodo provano sempre a ficcartelo nelle mani. E qualche altro nel cervello.

A parlare, con ripetuti ed espliciti richiami al lessico religioso, è Al Bano Carrisi, intervistato dal quotidiano Il Tempo. Il cantante e conduttore televisivo (da qualche settimana è al timone di Così lontani, così vicini) ha risposto senza tirarsi mai indietro a tante domande sulla sua vita privata. Partendo da una definizione non male del suo vissuto fin qui:


Ho condotto una vita da nomade. Non dormi mai due volte nello stesso letto, quando sei un artista. Così, non puoi avere il cento per cento delle cose belle. Qualcosa lo lasci per strada.

Il 70enne artista pugliese ha ribadito l'auspicio già espresso pubblicamente che i rapporti con la sua ex moglie Romina Power si siano definitivamente calmati, dopo essere tornati a calcare lo stesso palco in Russia:

Spero che le acque si siano calmate, dalla sua parte. Io non ho mai dichiarato guerra a nessuno, tantomeno a lei. Anche se non dimentico che sia stata proprio Romina a frantumare l’equilibrio di coppia. Ma lasciamo stare. Ora il nostro rapporto si è ripulito da tante scorie che frullavano nel suo cervello. Io ho solo subìto quello che è accaduto. Lo affermo con grande serenità, e la conoscenza dei fatti.

Quindi il confuso capitolo matrimonio con Loredana Lecciso. Al Bano ha spiegato di aver pensato di convolare a nozze con la sua attuale compagna perché non vorrei che i miei "da adulti si considerassero figli di serie B", mentre "vorrei pensassero: i nostri genitori si sono sposati". Altre ragioni alla base del matrimonio pare non ci siano:

Io lavoro tanto in giro, le mie ultime vere vacanze sono state quelle piene di grane e di zanzare all’Isola dei Famosi. Lei ha la sua vita, ognuno di noi due fa quel che vuole. Loredana si diverte a fare foto con l’abito da sposa, ma non è neppure divorziata, dunque...Di buono c’è che si prende cura dei piccoli, da brava mamma pugliese.

Insomma, di matrimonio se ne è parlato sì (lo hanno fatto i diretti interessati anche pubblicamente), ma è tutto molto prematuro:

Quelle del matrimonio sono chiacchiere. Io odio il gossip, . Quante falsità scrivevano, ai tempi della mia unione con Romina. Chiacchiere per riempire pagine bianche.

Al Bano, che si è definito "un uomo all’antica", al quale "piacerebbe più riservatezza" e che ha osservato invece che "le donne amano i riflettori", ha rievocato anche il suo passato da pugliese emigrato a Milano:

(Feci) Il manovale, il barista, il pizzaiolo, il metalmeccanico, il cameriere. A Milano fui il primo abusivo d’Italia. Vicino al Giambellino occupai una stanzetta di una casa che poi comprò Ricky Gianco. Dovevo dipingere le pareti. Misi la carta di cemento alle finestre, comprai una branda. E quando finivo di lavorare, a tarda sera, imbracciavo la chitarra e componevo le mie prime canzoni. "Il mondo dei poveri", "Io di notte", "Nel sole", nacquero lì.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: