Ambra Angiolini: "Lesbica? In Italia è considerato un insulto". Sul tradimento: "Meglio eleganti che fedeli"

Le dichiarazioni dell'attrice 36enne a Gioia

Intervistata da Gioia, Ambra Angiolini, dal 17 gennaio protagonista nei teatri italiani con La misteriosa scomparsa di W, ha parlato della sua vita privata e delle voci che lo scorso anno sono state diffuse sul suo conto. L'attrice 36enne ha prima affrontato i temi in generale:

Le relazioni vanno curate: se non hai voglia o tempo di farlo è inutile accanirsi, ti perdi dei pezzi di vita. È un atteggiamento che mi ha portato problemi giganteschi. Ma in questi quattro anni mi ha regalato anche tanto.

La compagna di Francesco Renga ha rivelato che "i figli sono un pensiero costante" e che essi rappresentano "la cosa che mi è venuta meglio, che nutre il mio ego". Quindi sul tradimento - di cui è stata accusata nel 2011:

Tradire non è per forza una cosa negativa. È anche consapevolezza che è difficile, e le andate e i ritorni hanno sempre un senso, dipende da come li elabori. In fondo vivere nell'ipocrisia mi farebbe più schifo. (...) Preferisco che mi giurino eleganza piuttosto che fedeltà. Con l'eleganza passa tutto, con la fedeltà ti leghi a un'idea di coppia che forse non esiste. E se ti sbagli ti crolla addosso tutto il suo mondo di fette biscottate.

Quindi l'altro gossip caldo sul conto di Ambra. Il presunto bacio saffico a Valentina, suo ufficio stampa e amica, immortalato la scorsa estate da Novella 2000:

L'apoteosi del male. Se va su Internet e digita 'Ambra bacio' viene fuori questa foto in cui siamo in spiaggia e lei è seduta accanto a me. E a commento, tutta una serie di epiteti. Tra l'altro non capisco perché in Italia dare della lesbica a qualcuno sia ancora un insulto.

Ambra ha aggiunto di non aver per nulla apprezzato quel gossip "montato ad arte" ("mi fanno schifo, gli ho fatto la guerra). Quindi ha chiosato rispondendo all'immancabile domanda sul matrimonio con Renga:

Non è la nostra priorità. Poi, sarebbe una notizia? Si vede che c'è troppo reparto geriatrico nel giornalismo. Una persona moderna non te lo chiederebbe mai. Ti chiederebbe: sei felice?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail