Si torna a scrivere di Zac Efron per il “gettone” avvistato al collo dell’attore pochi giorni prima di Natale.

Il 20 dicembre Efron è stato pizzicato sugli spalti dello Staples Center in occasione di una partita casalinga dei Los Angeles Lakers: appesa al collo quella che a prima vista potrebbe sembrare una fiche da casino. Trattasi in realtà di un “gettone di presenza” ricevuto nel corso di un incontro degli Alcolisti Anonimi, il gruppo di sostegno a cui il divo si è affidato per liberarsi dai demoni che lo perseguitano da un paio di anni a questa parte. Il colore blu dovrebbe certificare l’astinenza dall’abuso di alcol per 6 mesi consecutivi.

Il pegno di sobrietà andrebbe a confutare tutte le teorie sorte in seguito al bizzarro incidente domestico di cui Zac è stato vittima a metà novembre. Stando alla versione ufficiale, la star 26enne sarebbe scivolato in una pozzanghera formatasi, non si sa bene come, fra le mura di casa. La spiegazione non ha convinto la stampa più maligna, che ha immediatamente rilanciato con indiscrezioni secondo cui il protagonista di High School Musical sarebbe semplicemente inciampato dopo una notte di bagordi.

C’è la poi la versione che vorrebbe l’affascinante Efron vittima della propria irruenza sessuale. Sapete com’è: nel mondo del “forse è andata così”, tutto è possibile.

L’augurio dei fan è che l’attore californiano abbia finalmente trovato la pace interiore necessaria per dire addio agli eccessi da rockstar. Bisognerà attendere i prossimi mesi e il susseguirsi dei gettoni per capire se la strada intrapresa da Zac sia senza ritorno.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto