La deputata del Movimento 5 Stelle Roberta Lombardi è diventata mamma per la seconda volta poche ore fa. La lieta notizia è stata fornita dalla diretta interessata sul suo blog.

Ho tenuto la mia piccola per 9 mesi nel luogo più sicuro.

Da oggi la mia responsabilità verso di lei e verso mio figlio è di impegnarmi ancora di più per rendere questo mondo un posto migliore.

L’ex capogruppo alla Camera per il M5S ha poi postato su Facebook la foto del mazzo di fiori che i colleghi le hanno inviato con il seguente messaggio:

Un piccolo dono di benvenuto alla piccola arrivata. Felicitazioni.

Auguri più ‘istituzionali’ sono arrivati anche dall’Aula tutta di Montecitorio. Infatti la presidente di turno ieri pomeriggio ha annunciato il lieto evento tra gli applausi dei presenti. La Lombardi ha condiviso su Facebook il video ma ha fatto intendere che non è Stella il nome della bambina, come erroneamente detto alla Camera.

La riserva sul nome della bimba la “sciogliamo” con il papà domani mattina ma grazie comunque all’aula per il saluto alla mia piccola.

Della vita privata della Lombardi poco si sa, essendo arrivata sulla scena della politica italiana nazionale soltanto a febbraio scorso grazie all’exploit elettorale del Movimento 5 Stelle. La certezza è che era già mamma di un bimbo di poco più di un anno.

La Lombardi, fidanzata e non sposata, è romana e, prima di entrare in Parlamento, lavorava a tempo pieno in un’azienda capitolina che fa arredamento d’interni chiavi in mano per clienti Top Spender in tutto il mondo.
Leggendo il suo blog scopriamo inoltre la presenza in famiglia di “una cagnetta pestifera che risponde al nome di Mirtilla”. Si legge ancora:

L’esperienza con lei e prima di lei con la mitica Matilda (che se ne è fatta di riunioni e manifestazioni!) mi ha davvero aiutato tantissimo nella mia nuova vita da mamma; la comunicazione non verbale che abbiamo con i nostri amici cani è prezioso bagaglio di esperienza da reinvestire nel rapporto con un pupattolo in lallazione spinta.

Foto via Facebook

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto