Tom Cruise ha rinunciato alla causa per diffamazione del valore di 50 milioni di dollari contro la Bauer Publishing Company che aveva pubblicato un articolo dicendo che la star di Hollywood aveva “abbandonato” sua figlia Suri, dopo il divorzio dall’attrice Katie Holmes.

Gli avvocati di Cruise e della media company tedesca, che pubblica in America le riviste Life & Style e InTouchWeekly, hanno deciso di chiudere definitivamente la questione depositando venerdì 20 dicembre 2013 un documento alla corte distrettuale di Los Angels. Non ci sono indicazioni sulla richiesta presentata al tribunale di possibili accordi extragiudiziali. Le due parti si pagheranno le proprie spese legali e non si incontreranno più (l’udienza era fissata per giugno 2014). Sia gli avvocati di Cruise che quelli della Bauer si sono rifiutati di commentare la decisione.

Cruise fino al mese scorso aveva sostenuto che nei suoi confronti ci fosse stata l’invasione della privacy e che fossero stati utilizzati dei termini diffamatori per descrivere il suo rapporto con la figlia. Nell’ultima dichiarazione depositata alla corte federale la star di Hollywood aveva negato di aver tagliato fuori dalla sua vita la figlia di sette anni Suri, sostenendo di non averla esclusa fisicamente, finanziariamente, emotivamente e in nessun altro modo dal suo mondo.

All’attore, tra l’altro, aveva dato molto fastidio leggere che, tra le motivazioni che avevano portato Katie Holmes a divorziare, ci fosse la volontà della ex moglie di proteggere Suri da Scientology (il credo di cui Cruise è uno dei membri più famosi e del quale aveva fatto parte anche l’attrice fino a quando non ha divorziato dal compagno).

All’epoca della causa l’avvocato di Cruise, Bert Fields, aveva spiegato:

Tom non va in giro a citare in giudizio le persone. Non è un tipo litigioso. Ma quando questi squallidi venditori ambulanti provano a fare i soldi vendendo bugie disgustose sulla sua relazione sul suo rapporto con sua figlia, anche lui si sente in dovere di ricorrere alla giustizia.

Evidentemente non è più così…

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Paparazzi Leggi tutto