Keanu Reeves ricorda la causa per la presunta paternità: è stata orribile

Keanu Reeves ricorda la causa per la presunta paternità: è stata orribile

Una brutta storia, da ricordare con amarezza. Keanu Reeves torna con la mente al 2009, quando una donna, di nome Karen Sala, l'ha accusato di averla messa incinta. Un'accusa che ha portato Reeves in tribunale, ed etichettata oggi dallo stesso attore come 'terribile, orribile, mi hanno accusato di essere un padre, ma io non ero il suo papà'.


Ma cosa è successo di preciso nel 2009? Karen, donna canadese e madre di quattro figli, sostiene di essere stata ipnotizzata da Keanu Reeves, che la convince a fare sesso fingendo di essere suo marito. Rimasta incinta, la donna porta in tribunale il celebre attore, riuscito poi a dimostrare l'infondantezza delle accuse tramite il test del DNA. La donna aveva chiesto 150,000 dollari al mese per sostenere il bimbo, con effetto retroattivo da giugno 1988, e 3 milioni di dollari al mese per se', con effetto retroattivo a partire da novembre 2006.

Follie d'America, con un Reeves che ha sempre sostenuto di non aver mai incontrato la donna, uscito ovviamente pulito dall'intera vicenda, ma ancora oggi profondamente turbato.

Fonte: AllVoices

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: