yara e sarah

Solitamente, quando si vuole creare un nuovo cocktail, si pensa ad un nome fantasioso o ad un omaggio a qualche vip o personaggio celebre (vedi il celebre Shirley Temple). Questa volta, invece, la realtà ha superato la fantasia. In ogni senso. Durante il 35° concorso regionale dell’Aibes, l’associazione italiana barmen e sostenitori, tenutosi a Pompei, Carmine De Rosa ha voluto creare un nuovo cocktail composto da vodka francese, aperol, mandarinetto, lime, spremuta d’arancia, passoa. E cosa c’è di scandaloso? Nulla, se non il nome. E’ stato, infatti, chamato “Yara&Sarah”. Sì, Yara Gambirasio e Sarah Scazzi, i nomi delle due ragazzine uccise negli ultimi mesi e protagoniste della cronaca degli orrori a cui abbiamo assistito. L’uomo si è ‘giustificato’ così:

“Chi come me ama il proprio lavoro sa che un cocktail è metafora di gioia, di vita, condivisione di sentimenti profondi. Così ho pensato a Yara Gambirasio e Sarah Scazzi, ai loro volti sorridenti nelle foto che quotidianamente vengono diffuse dalla tv nel raccontarci dei drammi che dovrebbero far riflettere l’intera società. Ho sempre dato ai miei cocktail nomi presi dalla realtà. L’anno scorso ne ho dedicato uno alle vittime del terremoto di Haiti”

De Rosa ha specificato di non essere mai stato ala ricerca di visibilità per questa ragione. Ma, forse, un altro nome l’avrebbe aiutato a non finire sulla prima pagina di numerosi giornali e siti web e non avrebbe associato fra loro due ragazzine che non si conoscevano e che, invece, sono state, purtroppo, accomunate da un destino crudele. Ed ora, i loro nomi hanno dato vita ad una nuova bevanda…

Via | TgCom

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto