Al settimanale Chi, in edicola oggi, Nina Moric ha raccontato come trascorrerà le festività natalizie in compagnia del figlio Carlos e il compagno Massimiliano Dossi:

Come sarà il primo Natale per me e per Carlos con Fabrizio in carcere? Non lo so. Fabrizio non mi ha mai scritto da quando è in carcere, a suo figlio ha mandato solo due lettere e Carlos non chiede del padre. Va bene così.

La mancanza dell’ex re delle paparazzate, però, influenzerà i giorni della festa:

Come amica mi dispiace per Fabrizio. Ma lui è forte, ce la farà. Carlos non cita suo padre nemmeno nei temi a scuola. Starà metabolizzando il dolore a modo suo. La psicologa ha detto di aspettare, che sarà mio figlio a chiedere di suo papà, ma finora non lo ha fatto. In compenso ci sono io che faccio da padre e da madre.

La modella croata ha raccontato anche com’è avvenuto il primo colloquio in carcere tra Carlos e suo padre:

E’ stato troppo veloce. Padre e figlio si sono ‘parlati’ in silenzio. Carlos era sereno. Io meno. Temevo di vedere Fabrizio in manette. Per fortuna aveva le mani libere per abbracciare nostro figlio.

La Moric può godersi finalmente un Natale tranquillo:

Per me questo sarà il primo Natale sereno. Con Massimiliano Dossi ho trovato la serenità. Con lui cancellerò il ricordo di tutte le precedenti feste che ho passato versando lacrime. Da piccola mio padre abusava di me e io odiavo il Natale. Il Natale con Corona, poi, era incentrato sul lavoro, sul consumismo. Ma io volevo una vita normale. E forse ora ce l’ho.

Auguri!

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto