27 anni all’anagrafe, Amber Riley è diventato un volto noto della tv Usa grazie al personaggio di Mercedes Jones nella serie televisiva Glee. Tra i protagonisti della 17ª edizione della serie americana Dancing with the stars, ovvero la versione Usa di Ballando con le stelle, Amber ha confessato oggi come abbia rischiato di non sfondare nel magico mondo di Hollywood a causa del suo peso, in grado a quanto pare di fagocitare persino il suo strabordante talento.

Quando la Riley non era altro che una studentessa di 17 anni della La Mirada High School, in California, venne infatti ‘respinta’ ad un provino di American Idol. Per una stecca di troppo? No, per il suo peso.

‘Ero distrutta. Sentirsi rifiutata in giovane età è difficile. Mi era stato offerto il ruolo di una ragazza che si siede in un angolo e mangia tutto il giorno, oppure quello di una ragazza che si suicida perché grassa’. ‘Ma io non ho mai voluto indossare i panni di un personaggio che si odia. Volevo che la gente sapesse che quelli non sono i soli ruoli per le persone come me. Siamo ragazzi normali’.

In passato arivata ad un peso di 90 kg, Amber ha poi trovato meritata gloria con il personaggio forte e solo all’apparenza ‘nerd’ di Mercedes in Glee, per poi vincere il trofeo Mirror Ball a Dancing with the stars, anche se dolorante ad un ginocchio per tante puntate e con diversi kg in eccesso sulle proprie spalle. Tanto da ‘lanciare’ un nuovo messaggio alle donne d’America:

‘Tu non sei la taglia del tuo vestito. Tu non sei il tuo numero di scarpe. Tu non sei la taglia dei tuoi pantaloni. Se avete intenzione di indossare una targhetta con il vostro nome, quello dovrà essere l’Amber Riley di turno, e non ‘Ragazza Cicciona’.

Fonte: ShowBizSpy

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto