Tra un eccesso ed un bordello, un party sfrenato e un muro imbrattato, anche Justin Bieber ha un cuore. Il giovane cantante canadese è infatti volato nelle Flippine per vedere con i propri occhi i devastanti danni causati dal tifone Hayan. Qui, circondato da bimbi e paparazzi, l’ex di Selena Gomez si è sciolto, tornando ad essere anche solo per poche ore quel dolce adolescente fino a due anni fa amato dalle mamme e dalle nonne di mezzo mondo.

19 anni appena, e circa 100 milioni di dollari in banca, Justin in questo 2013 ne ha davvero combinate di tutti i colori, tanto dall’aver fatto pubblicamente preoccupare anche sua madre. Per questo durante un’intervista con Ryan Seacrest Bieber ha voluto prendere di petto l’argomento, indossando la maschera del miglior Mario Balotelli di casa nostra:

“Faccio errori mentre cresco come chiunque altro, non sono perfetto e non sono un robot. La gente dimentica che sono anche io un essere umano, quindi devo fare degli errori e usarli per migliorarmi e maturare, e questo è proprio ciò che intendo fare. Le persone non mi vedono veramente, e non capiscono che sono un tipico ragazzo di 19 anni”.

Alla faccia del ‘tipico’, visto quel che ha fatto negli ultimi 12 mesi, tra incidenti stradali, botte ai fotografi, decine di prostitute a libro paga, feste notturne da far impazzire i vicini e sputi dal terrazzo verso i propri adoranti fan. Eppure lui, Justin, ha deciso di ‘nascondersi’ proprio dietro il paravento dell’età per continuare a ‘sbagliare’. Come se non riuscisse a capire cosa sia tollerabile e digeribile, anche se sei milionario e non hai ancora 20 anni:

“Sto diventando un uomo, ma per adesso ho 19 anni, devo ancora trovare me stesso. Avere i media contro ogni giorno non è meno stressante dal punto di vista psicologico ed emotivo dell’essere vittima di bullismo a scuola. Queste persone mi affibbiano nomignoli poco edificanti e dicono cose senza sapere se sono vere o meno. Vorrei diventare un giovane magnate. Desidero che le persone mi rispettino non solo per la mia musica ma anche perché sono capace di prendere le giuste decisioni. A volte però, per arrivare a quello, devi prima fare qualche scelta sbagliata”.

Peccato che lui, in questo 2013, abbia collezionato solo ed esclusivamente scelte sbagliate. Che sia arrivato il momento di maturare, caro Justin Bieber?

Fonte: MTV

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Televisione Leggi tutto