Si complica la posizione di Lindsay Lohan nell’ambito della rissa scoppiata venerdì mattina in una villa di Miami e conclusasi con il pestaggio di Barron Hilton. Dopo un consulto con il legale di famiglia, il fratello minore di Paris Hilton sarebbe pronto a denunciare Lilo per avergli aizzatto contro l’esecutore materiale dell’aggressione, tale Ray LeMoine.

Come già raccontato su GossipBlog.it, il fattaccio ha avuto come cornice la lussuosa magione affittata dalla signorina Lohan nel corso di un breve soggiorno a Miami. Dopo ore e ore di baldoria – la festa, cominciata il giovedì sera, si è protatta fino alla mattina inoltrata del giorno dopo – Barron sarebbe stato avvicinato dalla diva e dal suo amico. Al grido “non si può parlare male di Lindsay Lohan”, LeMoine avrebbe cominciato a sfraccasare di botte il bel faccino del rampollo di casa Hilton.

L’arresto di LeMoine sarebbe ormai una questione di ore. Ma è la possibile denuncia che pende minacciosamente sulla sua testa a preoccupare veramente Lilo. La fedina penale dell’ex bambina prodigio è tutto fuorché pulita: un’altra capatina in tribunale potrebbe mettere compromettere definitivamente la carriera dell’attrice 27enne, in caduta libera da oltre un lustro.

Cosa dire poi di una star caduta in disgrazia che aveva promesso di condurre una vita più sobria? Dubitiamo fortemente che gli invitati al party incriminato siano andati avanti a ballare a forza di acqua e gassosa. Il sito TMZ sostiene che la villa fosse ben fornita di alcol, per non parlare delle sostanze stupefacenti portate da casa da alcuni degli ospiti.

Altro che ravvedimento, a noi sembra sempre la stessa solita vecchia Lindsay.

Via | TMZ

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto