Le recenti dichiarazioni dell’attaccante del Milan e della Nazionale, Mario Balotelli, ovviamente, non potevano non provocare una pronta replica della diretta interessata ossia Raffaella Fico, sua ex fidanzata e madre di Pia, la figlia in attesa di un riconoscimento da parte del calciatore.

Raffaella Fico, anche questa volta, ha preparato nei dettagli la sua intervista, ribadendo più volte, nel corso della lunga ospitata, gli stessi tre concetti ripetuti quasi fino allo svenimento dello spettatore, il tutto condito, ovviamente, con il solito modo di esprimersi enfatico e le faccette degne della conduttrice Barbara D’Urso.

Il primo concetto riguarda il test del DNA. Secondo Raffaella Fico, Balotelli ha rifiutato di sottoporsi al test del DNA per ben tre volte:

E’ stato abbastanza bugiardo. Lui continua a dire che vuole fare il padre se la bambina è sua… Prima della causa, però, i miei legali lo hanno chiamato per ben 3 volte e lui non si è mai presentato a fare il test del DNA. Se aveva il desiderio di fare il papà perché non si è presentato a fare il test? Perché deve essere un giudice ad obbligarlo? Lui ha voglia di scappare.

Il secondo concetto, invece, riguarda le presunte richieste, definite “da emiro”, che Mario Balotelli ha affermato di aver ricevuto dalla Fico:

La causa l’ho fatta partire io per il riconoscimento di nostra figlia, quelle che lui racconta sulle richieste da emiro sono stupidaggini, le spese per una bambina non sono spese da emiro. Lui deve assumersi la responsabilità delle bugie che racconta.

Il terzo e ultimo concetto, invece, parla di un presunto accordo economico che Mario Balotelli avrebbe voluto stipulare prima dell’eventuale, e non sicuro, riconoscimento della figlia:

Lui voleva un accordo, ma prima voleva accordarsi per le cifre e poi forse dopo avrebbe riconosciuto la bambina. Ma io sinceramente preferisco “pane e cipolle”, io volevo che lui facesse il papà, non che desse soltanto i soldi. Lui non vuole fare il padre. Io ho fatto questa causa per far valere i diritti di nostra figlia ma se lui farà il test del DNA è perché sarà un giudice a obbligarlo ma lui non lo vuole fare. Fa più bella figura a dire la verità. I miei avvocati prenderanno atto delle bugie che lui ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport.

Questi tre argomenti base appena elencati sono state ripetuti almeno una buona decina di volte al punto che anche il pubblico in studio, in quel momento vero e proprio ostaggio, ha iniziato a rumoreggiare.

Raffaella Fico, successivamente, ha risposto anche alle accuse di aver messo in atto un progetto per incastrare il calciatore:

La falsità in persona. E’ un ingenuo. Io me lo ricordo quando lui venne a casa mia e disse: “Forse stavolta ce l’abbiamo fatta, Raffaella è incinta e ci sposeremo”. Io non l’ho incastrato. Tutte le volte che ha dichiarato il suo amore per me sui giornali. E’ falso. Io non ho fatto nessun progetto. Sembra che lui mi ha raccolto sul ciglio della strada, che non potevo mangiare e che mi sono aggrappata a lui…

Mario Balotelli ha anche affermato più volte di non essere sicuro che Pia sia realmente sua figlia. Questa è la replica della Fico:

Non è sicuro che Pia è sua figlia? Non ci prendiamo in giro. Io non sono così viscida da fare una figlia e non darle una famiglia. Sarei davvero una poco di buono. Lo sanno bene che la figlia è nostra. Io frequentavo la sua famiglia e lui la mia. Hanno improvvisamente avuto dei vuoti di memoria.

Balotelli ha anche criticato la scelta di Raffaella Fico di fare un calendario:

Il calendario? Quello è il mio lavoro. Lui può essere d’esempio a mia figlia con tutti i comportamenti che ha avuto?

L’intervista è terminata con la seguente dichiarazione:

Sono ferita per le sue cattiverie. Mario, fai il test del Dna e tutto questo finirà.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto