Nuova intervista di Mario Balotelli, che negli ultimi giorni sembra quasi amare i giornalisti e la tv, almeno a giudicare dalla quantità di dichiarazioni pubbliche, compresa la lettera inviata a Verissimo. L’attaccante del Milan ha risposto a tante domande gossippare de La Gazzetta dello Sport.

Tema centrale, la paternità di Pia Fico, la figlia di Raffaella Fico, per la quale proprio ieri (giorno del suo primo compleanno) si è celebrata la prima udienza del processo civile al tribunale di Brescia. Il calciatore ha ribadito di non essere convinto che Pia sia sua figlia:

Per un anno intero ho cercato un accordo con la Fico su dove, e come, fare il test del Dna.

Poi ha spiegato perché non l’ha mai voluta conoscere:

Ci ho pensato tante volte. Ma non so se sarebbe stato giusto per la bambina. Non posso presentarmi se non sono sicuro di essere suo padre perché i bambini non vanno delusi dagli adulti che poi spariscono. E io ne so qualcosa.

Quindi ha precisato, non per la prima volta, di essere pronto ad assumersi la responsabilità nel caso in cui venisse confermato che la bambina è sua figlia:

Ho detto sempre che, una volta appurato che la bambina è mia figlia, farò per intero il mio dovere verso di lei. Rispondere alle provocazioni della Fico non servirebbe a me. E non solo: farebbe un danno alla bambina.

Cioè cosa farebbe il Balotelli papà?

Farò quello che il Tribunale di Brescia deciderà. E spero che non mi diranno soltanto di dare dei soldi alla Fico, perché vorrei anche poter fare il padre stando attento che nessuno danneggi la bambina per smania di notorietà.

L’attaccante 23enne, che nell’intervista non ha parlato di Fanny Neguesha, la ragazza con la quale avrebbe rotto qualche settimana fa, ha preferito non ripercorrere la sua storia con l’ex del Grande Fratello. Ma ha commentato così:

Quella è una storia finita che mi ha fatto stare male. Ho vissuto mesi difficili e anche in campo il mio rendimento ne ha risentito. Ci sono rimasto malissimo perché avevo creduto che lei mi volesse bene. Invece aveva solo fatto un progetto su di me. Ho imparato una lezione e spero che non ci vada di mezzo la bambina.

Balo ha comunque voluto ricordare come andarono le cose quando la Fico gli annunciò di essere incinta:

Lei mi chiamò durante l’Europeo, ma la stranezza è che qualche giorno prima avevo saputo da amici comuni che lei aveva già rilasciato un’intervista, rivelando lo scoop. E il settimanale era già in stampa quando ricevetti la telefonata…

Per quanto riguarda i soldi dell’eventuale assegno di mantenimento, Balo ha rivelato che la richiesta giunta dall’ex fidanzata è altissima al punto da dire che “forse mi hanno scambiato per un emiro o un petroliere”. Sul fatto che finora il calciatore non abbia sborsato un euro per Pia:

Non dipende da me. Ero disponibile fin da subito a fare un accordo che garantisse la privacy mia e della bambina se il test avesse comprovato che è mia. Ma non hanno accettato.

Infine, prima di affermare che “so di essere un privilegiato e chi crede che io sia un montato vuol dire che non mi conosce bene”, il giudizio sul calendario della Fico:

Non sono scandalizzato, sono preoccupato. Lei è libera di fare quello che vuole, io però sono libero di avere un’altra idea dell’immagine che i genitori devono dare ai loro figli. (…) Non ci vedo un grande insegnamento per una bambina nelle foto del calendario della Fico.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Calciatori Leggi tutto