Oggi a Brescia si è tenuta la prima udienza civile per stabilire la paternità della piccola Pia, la bimba partorita esattamente (i casi della vita) un anno fa da Raffaella Fico. Secondo l’ex concorrente del Grande Fratello il padre della bambina è Mario Balotelli che, però, al momento non la ha riconosciuta.
Come noto, la showgirl su giornali e in televisione ha raccontato come il calciatore nonostante avesse chiesto pubblicamente il test del Dna si fosse rifiutato in un secondo momento di sottoporsi.

Né Raffaella, né Mario erano presenti aula, preferendo farsi rappresentare dai rispettivi avvocati. L’attaccante del Milan, che ha scritto una lettera al programma Verissimo che sarà letta da Silvia Toffanin sabato prossimo su Canale 5, ha però rilasciato una dichiarazione attraverso i suoi legali, gli avvocati Cristian Azzolini, Vittorio Rigo e Alessandra Capuano:

Ho aspettato pazientemente che iniziasse una verifica seria nel rispetto della privacy. Non so chi sia il padre della bambina ma, se dovesse essere mia, sarò pronto a fare il mio dovere.

L’iter giudiziario è soltanto all’inizio e la nostra speranza è che la piccola e incolpevole Pia non venga coinvolta in maniera impropria. In ogni caso è da ricordare che anche i genitori adottivi di Balotelli, Francesco e Silvia, finiranno in tribunale. Per loro l’accusa è di diffamazione a mezzo stampa ai danni della Fico per una missiva inviata dai due a La Gazzetta dello Sport (pubblicata lo scorso 27 dicembre) in cui rispondevano a loro volta ad una intervista al settimanale Chi fatta dalla showgirl, in cui la Fico aveva definito Balotelli “un irresponsabile, disinteressato a me e alla bambina”. I genitori del calciatore sono accusati di aver messo per iscritto “considerazioni poco lusinghiere” nei confronti della Fico, di cui sarebbe stato “offeso l’onore ed il personale decoro”.

Foto via Facebook

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Calciatori Leggi tutto