Domenica notte è arrivata la notizia della morte di Paul Walker, l’attore di Fast & Furious deceduto in seguito ad un incidente stradale, e sin da subito sono iniziate le domande e le supposizioni: stava facendo una corsa clandestina, subito smentita dalla polizia di Los Angeles?

L‘autopsia sul corpo dell’attore 40enne è terminata oggi, anche se i risultati non sono ancora stati resi noti dai coroner di Los Angeles; ma una nuova notizia, per quanto assurda, ha squassato l’opinione pubblica e Hollywood: la Porsche su cui stavano viaggiando Paul Walker e l’amico Roger Rodas avrebbe perso il controllo, sbattendo a velocità folle contro un palo, perché colpita da un drone militare dell’esercito americano.

La stupefacente e incredibile testimonianza è arrivata analizzando un video delle telecamere di sorveglianza della strada, pubblicato su TMZ  e ripreso da Youtube: eccolo qui sotto, guardate pure.

Riportiamo le spiegazioni fornite nel video: i cospirazionisti non mancano mai e di certo sono dichiarazioni da prendere con le dovute pinze, ma la teoria è certamente affascinante per quanto assurda. I droni ormai vanno di moda.

L’attore di Fast & Furious Paul Walker è stato ucciso da un drone.  Il video sta diventando virale su molti siti ed è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza della zona: mostrerebbe al rallentatore un oggetto bianco che cade dal cielo e colpisce il veicolo prima che esploda.
A quanto pare però l’oggetto bianco è la luce che acceca.
Chiedetevelo: se il governo avesse davvero voluto uccidere Paul Walker, noto nemico dello stato che faceva inc*zzare l’establishment con film di macchine che si schiantavano, avrebbero proprio deciso di ucciderlo con un drone nel bel mezzo di un soleggiato pomeriggio californiano?

Nel video vengono giustamente attaccati tutti quei cospirazionisti che da domenica collegano la morte dell’attore agli avvenimenti più assurdi, dal tifone Haiyan nelle Filippine (perché Walker avrebbe scoperto una cospirazione ai danni degli aiuti umanitari) alla scomparsa del personaggio di Brian nel cartone dei Griffin, e viene sottolineato come Paul Walker non avrebbe potuto davvero essere di minaccia alcuna al governo degli Stati Uniti.

Via | Infowars

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto