Amato grazie alla serie True Blood, in corsa per il ruolo di Superman poi andato ad Henry Cavill e spogliarellista in Magic Mike, il gigantesco Joe Manganiello si è dato all’editoria. L’attore americano, 37 anni all’anagrafe, ha infatti pubblicato un libro per diventare passo passo esattamente ‘come lui’. Una sorta di ‘bignami’ dell’esercizio fisico, chiamato Evolution, che lo vede aitante e muscoloso in copertina.

Peccato che Joe non sia sempre stato quel colosso di muscoli che tutti noi abbiamo imparato a conoscere, e che tanto piace alle donne. Come confessato dallo stesso divo all’Huffington Post ci sono stati in passato momenti di estrema difficoltà, legati soprattutto all’incubo dell’alcool, che lo portò sulla soglia del disastro.

“C’è stato un periodo di circa quattro anni in cui avevo bisogno di smettere di bere. Ne parlo anche nel libro. Era uno di quegli ostacoli che ho dovuto superare. Non bevo più da 11 anni. La mia vita venne rovinata dall’alcool. Ero senza casa, senza una carriera, senza un futuro. Quindi sì, ne è valsa la pena smettere di bere”.

Abbandonata la bottiglia al suo destino Joe si è così buttato in palestra, diventando quel divo che tutti noi oggi conosciamo. E pensare che da adolescente Manganiello non era altro che un ragazzino magro e occhialuto, come dimostra lo scatto dimostrativo apparso su Instagram. Proprio per ‘colpa’ di quel fisico così flebile, Joe è stato più volte vittima di bullismo, tanto da formarsi e ‘costringersi’ a crescere. E soprattutto a cambiare.

Un’evoluzione tutt’altro che naturale, potremmo e dovremmo dire, per un concetto che è proprio alla base del libro dell’attore. Convinto che chiunque, se seguito passo passo e legato ad una serie di esercizi, possa diventare come lui.

Ha detto HuffPost vivo che era vittima di bullismo come un adolescente , ma che la pressione di essere migliore lo ha reso più forte .
Fonte: ONTD

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto