Da qualche giorno il suo nome e il suo volto erano spariti da giornali, siti e televisione. Così Michelle Bonev è tornata a parlare con un video realizzato e diffuso su Youtube. L’attrice ha fatto sapere che, dopo le sue dichiarazioni sul conto di Silvio Berlusconi e della sua attuale fidanzata Francesca Pascale, è stata minacciata pesantemente al punto da costringerla a vivere “sorvegliata” da uomini di sua fiducia 24 ore su 24:

Voglio scusarmi con voi del mio silenzio, ma sono stati giorni molto difficili per me. Ho dovuto pensare soprattutto alla mia incolumità. Sono stata costretta a lasciare la mia casa per alcuni giorni perché ci sono stati tentativi di intimidazione nei miei confronti. È giusto che voi sappiate come vive una persona come me che denuncia questo sistema. Dopo le mie dichiarazioni su Silvio Berlusconi e Francesca Pascale, sia sul mio blog che a Servizio Pubblico, vivo in costante tensione, sorvegliata da uomini di mia fiducia giorno e notte, mentre chi corrompe crea nuovi partiti e viene ritratto sulle copertine dei settimanali e sulle prime pagine dei quotidiani.

Nel suo appello decisamente marcato e teatrale, la Bonev ha annunciato di essersi già rivolta ai Carabinieri per denunciare le intimidazioni subite:

Io non mi sento di puntare il dito verso qualcuno in particolare, ma voglio dire a chi cerca di intimidirmi che sono già stata al Comando dei Carabinieri e ho fatto un esposto, che permetterà loro di svolgere le indagini. Prima o poi vi prenderanno. Nessuno può arrogarsi il diritto di minacciare o calpestare la libertà di un essere umano. L’Italia è un Paese democratico e io non mi piegherò davanti a metodi mafiosi. Il Diritto Umano numero uno recita: “Tutti gli esseri umani sono liberi e eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.” Io mi chiedo, e chiedo a voi: ma se io non potessi permettermi un servizio di sicurezza, che salvaguardi la mia vita, potrei stare qui adesso a parlare con voi? Non lasciatemi da sola, ho bisogno del vostro sostegno.

Ricordiamo che la Bonev nelle scorse settimane aveva ammesso di essere andata a letto con l’allora Premier in cambio di aiuti per la sua carriera da attrice e da produttrice. Inoltre aveva garantito sull’omosessualità della Pascale e aveva definito una messinscena la loro relazione.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto