Scandali in Italia: stanotte ho sognato che...

castello fatato favola

"C'era una volta un uomo che viveva in una grande villa. Era solito fare cene, feste e chiamare tanta gente nella sua corte arzilla. C'erano giullari, ballerine, cagnolini, e anche danzatrici del ventre, mangiafuoco e burattini. Non mancavano la balena di Pinocchio e qualche strega in questo mondo fatato, da occhi sognanti e speranzosi era sempre circondato. Intorno a questa gigantesca casa c'era un fossato che lo separava dal resto del mondo e dal passato. Il popolo ne restava fuori, si spezzavano tanti cuori. E solo poche elette potevano essere invitate nel castello, all'incirca sette. Il re del maniero era un uomo anziano che riusciva, attraverso una magia, a ritrovare il vigore, la giovinezza e la fantasia: poche parole magiche, qualche filtro blu incantato e iniettato e risaliva un'energia da soldato. Così, il re rientrava nel grande salone del castello, incredibilmente più bello! Tante piccole Trilli svolazzavano nella stanza, tra bolle di sapone e giochi di prestigio, come da usanza. Si sedeva su questo trono gigante, mentre alcune elette danzavano intorno a lui, fatine della verde speranza e dal respiro ansimante. Il trono girava, girava e quando si fermava davanti alla ragazza, le altre sapevano di non essere state scelte, e tornavano alla ramazza. La prescelta era così entusiasta, non diceva mai "Basta!". Le tende si chiudevano nella riservatezza e quello che succedeva veniva sancita come segretezza. Il re non la voleva più veder vivere in una stanza angusta, e così le regalava una grossa busta. Le altre donne era così gelose! Ma non dicevano nulla, sperando tutte di essere presto sue future spose!"

Voi che dite? La realtà supera i sogni... o era solo un sogno?

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: