Luca di Tolla è stato uno dei protagonisti della dodicesima edizione del Grande Fratello, l’ultima andata in onda su Canale 5 prima dell’anno sabbatico che terminerà con l’inizio della tredicesima edizione che avrà inizio nel 2014. Di Tolla è stato intervistato dal Vicolo delle News e ha parlato della sua vita, a più di due anni di distanza dalla sua avventura nella casa più spiata d’Italia.

Luca è ancora fidanzato con Enrica Saraniti, conosciuta nella casa, e, in questo periodo di tempo, è stato visto poco in tv perché ha voluto concentrarsi su qualcosa di più concreto come una seconda laurea conseguita nella speranza di ottenere ulteriori sbocchi nel mondo del lavoro.

Queste sono state le sue principali dichiarazioni a riguardo:

Sì, mi mancano quattro esami alla laurea in Scienze della nutrizione umana. Beh, potrei dire per vocazione, essendo io un salutista ed uno sportivo. In realtà la scelta è nata più che altro dalla necessità, visto l’infelice periodo storico che stiamo vivendo, di aprirmi un ulteriore varco nel difficile mondo del lavoro. Quando guardi all’Italia e pensi ad un paese che nega le aspirazioni e tarpa le ali ai sogni ed alle speranze dei giovani, accarezzi l’idea di andare via per cercare di vedere riconosciute le proprie capacità e conoscenze.

Successivamente, Luca di Tolla ha iniziato a parlare del suo legame con Enrica che, in barba alle malelingue e alla perplessità generale, si sta dimostrando forte e duraturo. Ovviamente, Luca spera di coronare questo amore portando Enrica all’altare:

Credo fermamente nel matrimonio e nella sua indissolubilità anche grazie all’esempio che ho ricevuto dai miei genitori. Quindi spero che in futuro possa accadere e con Enrica naturalmente. Se Enrica mi dicesse di essere incinta? L’annuncio di una nuova vita è felicità.

Ai tempi della sua avventura della casa, Luca di Tolla si ritrovò a dover giustificare un servizio fotografico “ambiguo” realizzato con il ballerino Valerio Pino. Quel servizio scatenò le voci su una presunta omosessualità. Luca ha ricordato così quell’episodio:

Parlerei di un maldestro tentativo di costruire una storia che ritenevano potesse avere un forte ritorno mediatico in termini di ascolto ma che si è sgretolata come un castello di sabbia essendo, inequivocabilmente, priva di fondamento. Ho trovato deplorevole quanto accaduto anche perché abbiamo assistito ad un tentativo di spettacolarizzazione dell’omosessualità e, di contro, al dover rivendicare la mia eterosessualità. In ogni caso non credo che il finto scoop abbia inciso sulla mia permanenza in casa.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto