Un’intervista doppia in stile Le Iene, fatta dal settimanale Chi a Marco Bocci e al collega di Squadra Antimafia e Romanzo Criminiale Andrea Sartoretti, è l’occasione per scoprire qualche curiosità in più sull’attore umbro che, se le cose non sono cambiate negli ultimi tempi, è ancora il fidanzato di Emma Marrone.

Tanto per cominciare, alla domanda su che tipo era da bambino, Marco risponde di essere stato molto esuberante. E noi immaginiamo che, vista la sua fama di conquistatore, debba aver fatto già da allora strage di cuori. Ma se gli si chiede chi è stato il suo primo amore, non ha le idee molto chiare:

Ci devo riflettere.

Sull’ultimo amore ha invece – ovviamente – le idee più chiare:

Beh, ammazza, rintronato sì, ma non così!

Si riferirà ad Emma? Questo non lo sappiamo, ma è molto probabile.

Quanto alla sua capacità di conquistare le donne, benché si ritenga un bell’uomo (precisa “A giorni”), spiega che non è mica una cosa così scontata:

Non è mai facile.

E rivela che ciò che lo conquista davvero in una donna è l’allegria. Poco importa che sia bionda o mora, secca o tonda. L’importante è che sia una donna sorridente, perché – dice – “Tormentato già ci sono io”. Ed Emma è o non è una ragazza allegra e sorridente?

Da vero gentleman Bocci non ha mai tirato uno schiaffo a una donna, anche se ammette di averne presi:

Sì, e assolutamente non lo meritavo.

Sarà stato forse per un tradimento? Difficile, perché Marco è uno che non tradisce anche se una volta è capitato:

Anni fa, ma quando già era tutto finito, mancava soltanto la forza di parlarne.

Emma, a questo punto, può stare assolutamente tranquilla.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto