Una Melissa Satta sempre più pudica e giudiziosa, quella che stiamo vedendo di recente in tv, ospite fissa del programma sportivo di Italia1, Tiki Taka. L’amata fidanzata di Boateng è stata la protagonista di una videochat con Pierluigi Pardo, moderata da Laura Ferrato per il sito Video Mediaset. In quest’occasione ci ha tenuto a dire di essere una ragazza seria:

“Non amo la volgarità, cose troppo scollate. Il tacco 12 non è volgare, dipende da come lo usi. Certo, la mutanda della nonna magari non la uso”.

Soprattutto la Satta non si farà mai vedere nuda in foto osè:

“Sono l’unica eccezione in Italia, non ho mai fatto un calendario. Ne ho fatto uno per l’Austria legato a un famoso giornale sportivo, ma non era eccessivo… Ero in costume da bagno, come in tanti servizi fotografici. Non ho mai fatto un calendario nuda e non penso che arriverà mai. E’ già stato fatto. I primi, dalla Ferilli in poi, erano qualcosa di nuovo, eccezionale. Adesso è diventata una cosa banale”.

Chi l’avrebbe detto, poi, che Melissa ha scoperto la sua femminilità tardivamente?

“Io sono stata un po’ in ritardo rispetto agli altri. Alla fine, quando ero più piccolina, pensavo di essere un maschiaccio. Mettevo la tuta da ginnastica e giocavo a calcio. Ero molto meno fissata col fidanzatino, per me era una perdita di tempo. Ho riscoperto la divisione tra mondo femminile e maschile intorno ai 14 anni. Prima schifavo tutto ciò che era sdolcinato. Io e le bambole non andavamo d’accordo”.

E soprattutto, udite udite, anche la Satta è una complessata:

“Ho i complessi come tutte le donne. Una volta ti vedi con le occhiaie, un’altra con i brufoli. Ho le fisime di tutte quante. Nessuna si vede perfetta”.

Si può toglierle tutto, ma non Twitter di cui si vanta di essere stata un’antesignana tra le celebrity italiane:

“Sono stata tra le prime a lanciarsi su Twitter, quando ero in America e lì andava tantissimo, in Italia non ancora. Ho visto che per il mio lavoro era una cosa positiva. Io non seguo materialmente. Cerco di leggere i commenti, prendo spunto da quello. Ho anche il mio sito ufficiale in cui posto un sacco di cose che capitano nella mia vita. Non è, però, che se mi capita qualcosa di brutto devo esternarla su Twitter?”.

Dove ha trovato tanto buonsenso l’ex velina? Ha la saggezza di una nonna. Non a caso il conduttore di Tiki Taka ormai pende dalle sue labbra e dice di lei:

“La donna come figura ornamentale per me fa schifo. Mettere una bellissima ragazza e inquadrarla dalla testa ai piedi, facendole lanciare la pubblicità, non lo condivido. Avere invece una bella donna che parla di calcio e se ne intende, come Melissa, è un piacere della vita”.

Che Boateng debba iniziare a ingelosirsi?

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto