Rossella Brescia ha finalmente detto la sua verità sulla polemica con Belen Rodriguez. Ospite nel programma di La3 Reputescion, la ballerina e conduttrice ha confermato la voce la messa in giro dalla stessa Belen alle Iene: la Brescia si sarebbe offesa per la partecipazione al matrimonio, che recitava “a Luciano Cannito e consorte” e per questo alle nozze ci è andato solo il coreografo. Ma lei ha dato anche un’altra motivazione, più diplomatica:

“Non ho mai commentato questa cosa e lo faccio per la prima volta con voi, che me lo chiedete. Io ho sempre scherzato su Belen, sia nel mio programma in radio che a Colorado, perché è una ragazza bellissima. Mi ha semplicemente fatto sorridere la partecipazione. In un certo senso è stato Stefano De Martino a invitarmi, visto che ci conosciamo da Amici e abbiamo lavorato insieme. Quindi altro che consorte! Al matrimonio non sarei andata comunque, perché ero impegnata a Padova a ritirare il Premio per Donne Eccellenti 2013”.

La Brescia ha però sconfessato di essere in competizione con Belen, che pure le usurpò la conduzione di Colorado:

“Ma io le auguro tutto il bene del mondo, assolutamente. Certo, non è che ti fa piacere che uno ti sostituisce. Però le ho mandato anche dei fiori per la prima di Colorado. Questo, Belen, non l’hai detto”.

Quando il suo reputometro in rete riporta che la sua storia digitale recente è dominata dalla polemica con Belen, lei si mostra amareggiata:

“Capisci? Tutta una vita a studiare accademia, senza una lira a Roma, e poi parlano di Belen. E’ questa la tristezza”.

A proposito di delusioni, la Brescia ha aggiunto di essersi un po’ pentita di aver fatto un calendario sexy dieci anni fa:

“Ero stata inseguita per sei mesi dall’allora Direttore di Max, Giuseppe Di Piazza. Mi aveva corteggiata in tutti i modi. Facciamolo con qualunque fotografo ti piaccia, diceva. Avevo saputo che il fotografo Fabrizio Ferri era il compagno di Alessandra Ferri, la mia musa ispiratrice della danza. Ho fatto il calendario per conoscerla. Il mio errore è stato fare un calendario, perché se fai un libro con foto di nudo artistico è un’altra cosa. L’idea di un calendario è quella che ti marchia per sempre. Adesso non lo rifarei mai più”.

La Brescia ha anche negato di aver vissuto male i continui paragoni con Maria Grazia Cucinotta:

“Fastidio di assomigliare alla Cucinotta non ne avevo. La Cucinotta l’ho conosciuta, adesso siamo anche amiche. E’ una delle donne più belle del mondo. Ero preoccupata solo che lei pensasse che io avessi approfittato di questa cosa. Invece mi è stata messa addosso da Maurizio Costanzo a Buona domenica”.

Il conduttore di Reputescion, ovvero il giornalista Andrea Scanzi, non ha nascosto una certa tensione sessuale nei confronti dell’intervistata. Dopo essersi rivelato come un suo estimatore ai tempi del calendario, le ha chiesto, con una punta di invidia, cos’ha il suo compagno Luciano Cannito che lui non ha:

“Io sono molto serena vicino a Luciano Cannino. So che sembra un po’ la pace dei sensi. E’ difficile trovare un uomo che non abbia il complesso della donna che gli sta accanto e magari non torna a casa perché deve lavorare. E’ difficile che un uomo capisca a fondo il mestiere di una donna, questo porta anche alla serenità”.

Quando si dice, “la passione” per la danza….

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto