I guai amano Justin Bieber. Due giorni fa una guardia del corpo della pop-star canadese è stata arrestata con l’accusa di aver aggredito un paparazzo e dannegiato parte della sua attrezzatura.

L’incidente è avvenuto a Kauai, una delle isole più famose dell’arcipelago delle Hawaii, dove Justin sta svernando in attesa di volare in Oceania per le ultime date del Believe Tour. Rintracciata la pop-star, il fotografo aveva immediatamente cominciato a lavorare nella speranza di immortalare l’idolo delle adolscenti durante un momento di relax.

Il poverino non aveva fatto i conti Dwayne Patterson, energumeno pagato per proteggere Justin. La guardia del corpo, dopo aver chiesto con le “buone” al paprazzo di cancellare gli scatti, sarebbe passato alle maniere forti, dispensando sganassoni a destra e a manca. Questo almeno secondo la vittima. Ma tanto è bastato alla polizia per intervenire sul luogo e arrestare il gorilla. Il dipendente di Justin Bieber, dopo un paio d’ore passate in gattabuia, è stato successivamente rimesso in libertà dietro il pagamento di una cauzione (3mila dollari). Spiccioli per un signorino che ha messo da parte quasi 60 milioni di dollari negli ultimi 12 mesi.

Domani sera il cantante si esibirà in Nuova Zelanda. Avanti, verso il prossimo paese e la prossima avventura…chiamiamola così, su.

Via | TMZ

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto