Arrivata ad un passo dai 50 anni, ex moglie di Massimo Ghini e Luca Manfredi, attualmente sposata con il chirurgo plastico Roy De Vita e da 11 anni madre, Nancy Brilli ha da poco riscoperto l’amore per il teatro grazie a La Locandiera di Carlo Goldoni, che in queste settimane sta girando l’Italia.

30 anni fa esordiente al cinema grazie al film Claretta di Pasquale Squitieri, la Brilli è innegabilmente una delle bellezze del cinema italiano di ultima generazione. Ad interrogarla su questo spinoso tema, al Maxxi di Roma, il critico cinematografico Mario Sesti, durante un incontro denominato MAXXIinWeb che ha visto l’attrice in prima linea contro i luoghi comuni che da sempre affiancano i ‘belli’. Perché a sentir dire la Brilli …

“Spesso essere belli è una schiavitù: può dipendere da un’inquadratura, dai fotografi, dalla maniera in cui viene resa e restituita la tua immagine. E poi c’è l’opinione del pubblico; è faticoso accettare critiche sul proprio aspetto fisico. In Italia spesso si richiede agli attori di essere decorativi; lo trovo umiliante e credo che la bellezza sia qualcosa in più dell’armonia delle forme e dell’estetica fine a se stessa. Se dovessi dire chi è oggi l’attrice più bella risponderei Giovanna Mezzogiorno”.

Un progetto, quello di progetto di MAXXI e Telecom Italia, che proseguirà con 4 altrettanti protagonisti della creatività contemporanea: Stefano Arienti, che nei suoi lavori trasforma oggetti di uso quotidiano in opere d’arte, racconterà “il Bello nell’arte”; Gaetano Pesce, designer italiano di fama mondiale; Armin Linke, artista pluripremiato; ed infine l’architetto e urbanista Stefano Boeri. Incontri trasmessi in streaming sul sito www.telecomitalia.com che ieri hanno visto la Brilli ‘brillare’ nell’ostentare queste presunte verità.

Nel 1990 premiata con un Nastro d’argento e con un David di Donatello in quanto Miglior Attrice Non Protagonista per il film Piccoli equivoci, Nancy aveva già fatto parlare di se’ nei giorni scorsi a causa di uno scontrino a suo dire un po’ troppo esoso. Due cappuccini, due cornetti ed una bottiglia di acqua. Totale: 21,50 euro. Troppo? Assolutamente sì a detta della Brilli, sconvolta su Twitter eppure ‘aggredita’ via social. Come se prezzi simili, anche dinanzi ad una simile bellezza, fossero normali.

Fonte: LaStampa

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto