Intruso in casa di Moby

moby casa

Moby ha raccontato ai lettori del suo blog uno strano incontro avvenuto lunedì mattina nel soggiorno della sua abitazione. Il musicista si è ritrovato in casa uno sconosciuto sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Dopo aver scambiato con l'uomo due parole ("Mi chiamo Robbie, penso di essere ancora sotto acido"), Moby gli ha consegnato una felpa ed un po' di soldi per la colazione. L'artista newyorchese, che attualmente vive a Los Angeles, ha preso l'accaduto con molta filosofia.

Penso che sia io che lui siamo fortunati. Lui è fortunato che non abbia pistole o che non abbia chiamato la polizia. Io sono fortunato che lui non fosse un pazzo violento e che mi abbia accoltellato nel sonno. Ho anche deciso che chiudere la porta a chiave potrebbe essere una cosa buona. Lo so: "Chi non chiude la porta a chiave?". Beh, io non la chiudo. Anzi, non la chiudevo. I miei vicini in questi giorni sono coyote e rane, pensavo che semplicemente chiudere la porta fosse un buon deterrente per coyote e rane.

Via | Blog di Moby

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: