Carlo Conti nell’intervista rilasciata al settimanale Chi non ha raccontato soltanto la gravidanza della moglie Francesca Vaccaro che “stiamo vivendo con grande serenità”. Infatti il conduttore di Tale e quale show e de L’Eredità ha parlato anche dei suoi genitori: la mamma, scomparsa nel 2002, è sempre stato il suo punto di riferimento, mentre il padre è morto quando Carlo aveva soltanto 18 mesi. Anche per questo motivo la paternità sarà tutta da scoprire:

Per me quello di padre sarà un ruolo tutto da scoprire perché non avendo avuto una figura di riferimento, ebbene, il mio ruolo sarà tutto da inventare e, quindi, cercherò di fare al meglio il ‘babbo’ come si dice dalle mie parti. Sarà tutto emozionante, credo, e sarà tutto da condividere con Francesca.

Il 52enne Conti, consapevole che “se aspettavo ancora un po’ gli facevo da nonno a ‘sto bimbo”, ha svelato che “mi chiamavano l’omino tranquillo da piccolo perché potevo stare in un angolino a giocare da solo” ed ha raccontato l’emozione di fronte alla prima ecografia del piccolo che tra qualche mese verrà alla luce:.

È stato curioso vedere questo miracolo della vita che si concretizzava, è pazzesco, ma finché non lo vivi non te ne puoi rendere conto, credo che la nascita sia proprio il momento clou.

Conti, che ha raccontato l’insistenza dell’amico Leonardo Pieraccioni nel voler svelare la gravidanza della Vaccaro (è stato l’attore, infatti, a twittare “sarò zio”), ha inoltre assicurato che lascerà il figlio libero di decidere la sua carriera professionale, proprio come la madre fece con lui. Il conduttore di Rai1 ha pubblicato da poco il libro Cosa resterà dei migliori anni – Piccolo dizionario della memoria.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto