Non passa giorno senza che Justin Bieber finisca sui giornali per vicende che vanno dal ridicolo al fastidioso. Questa volta a tirare in mezzo la pop-star 19enne è il Presidente del Messico, Enrique Peña Nieto.

Ohibò – direte voi – cosa c’entra un politico con Justin?“. C’entra, c’entra. L’idolo delle adolescenti si trova nel paese nordamericano per portare a termine un trittico di concerti a Città del Messico (stasera si terrà l’ultimo). Come suo solito, Justin ha ringraziato i suoi fan con una serie di messaggi comparsi Twitter. E fin qui, nulla di nuovo.

Se non che, in un cinguettio di due giorni fa, il cantante aveva riferito dell’incontro con il presidente Nieto e la sua famiglia. Nel giro di poche ore, il capo di stato ha smentito tramite un portavoce quanto scritto da Justin sui social network. All’incontro con il divo sarebbero stati presenti soltanto i componenti della famiglia del presidente ed alcuni suoi amici, ma non Nieto in persona, il quale probabilmente avrà avuto di meglio da fare che stringere la mano a un ragazzo con il debole per le prostitute.

Qualcosa ci dice che dietro quest’udienza privata si nasconda l’insistenza dei tre figli del politico messicano (un maschietto e due femminucce), che rientrano perfettamente nel target dei fan di Justin (hanno dai 6 agli 11 anni). In fondo, neanche un capo di un governo può nulla di fronte all’insistenza dei belieber.

Via | GossipCop

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cantanti Leggi tutto