Il set di Nightcrawler si tinge di rosso. Due giorni fa Jake Gyllenhaal è stato trasportato in ospedale per curare la ferita riportata durante le riprese del film. Un portavoce della produzione ha confermato l’infortunio della star 32enne.

Stando alle testimonianze dei presenti, Jake, stremato dalle 18 ore di fila passate sul set, avrebbe sferrato un pugno ad uno incolpevole specchio di scena. Colpa della stanchezza? Forse. Ma – e qui siamo noi ad ipotizzare – perché non attribuire l’accesso d’ira al digiuno autoimposto dall’attore per calarsi al meglio nella parte?

Come dimenticare l’impressione fatta da Jake sul tappeto rosso degli ultimi Hollywood Film Awards 2013: volto emaciato, espressione triste, occhi stanchi. E tutto per vivere sulla propria pelle il personaggio affidatogli dal regista Dan Gilroy, all’esordio dietro la macchina da presa.

Non è la prima volta che Jake si sottopone a spietati regimi dietetici per esigenze di copione. Tutte le sue fan lo vogliono ricordare muscoloso e gagliardo, come ai tempi di Prince of Persia. Ad oggi, la realtà è ben altra. Almeno fino al prossimo ruolo.

Via | Us Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Incidenti Leggi tutto