Chris Brown torna in libertà. Poco più di due settimane fa, il cantante aveva deciso di ricoverarsi in un centro specializzato nella gestione della rabbia. La decisione era stata presa sulla scia di un brutto incidente avvenuto in quel di Washington che aveva visto la pop-star prendere a pugni sul grugno un uomo. Dopo qualche ora trascorsa in cella, Brown, probabilmente su consiglio dei suoi legali, aveva optato per un ricovero in rehab.

La permanenza, però, non è durata molto. Stando alla versione dell’avvocto dell’ex di Rihanna, il celebre pregiudicato dovrebbe cominciare a scalare le 1000 ore di lavori socialmente utili comminategli dal giudicie che si è occupato del caso. Il cantante potrà continuare a seguire un programma pensato per pazienti che non risiedono all’interno della clinica di cui sopra.

Resta da stabilire quanto quei 16 giorni di reclusione abbiano realmente aiutato la crescita di Chris Brown. Pochi giorni prima della scazzottata con il fan, il giovane aveva descritto l’aggressione ai danni di Riri come un “campanello d’allarme”.

Ho dovuto piantarla di comportarmi come un ragazzino. Ho imparato qualcosa, ed è stato come.. Non voglio dire che sia successo per un motivo particolare, ma ha fatto scattare nella mia testa la voglia di essere più adulto.

Parole, parole, parole?

Via | TMZ

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto