Nancy Dell’Olio ha fatto causa a Sven Goran Eriksson e al suo editore per ottenere il ritiro dell’autobiografia intitolata My Story, pubblicato da Headline. A darne l’annuncio è Dagospia. Alla base della decisione dell’avvocatessa italiana c’è l’accordo di riservatezza che l’allenatore svedese avrebbe siglato con la ex moglie e che impediva a entrambi i coniugi di parlare pubblicamente della loro relazione. Veto che è stato invece evidentemente violato all’interno del libro.
Ospite della trasmissione inglese, This Morning, la Dell’Olio, che si è separata dal marito nel 2006, nelle scorse ore ha spiegato che secondo lei Eriksson ha violato i loro patti per “problemi economici”.

Cosa c’è scritto, dunque, nel libro (pubblicato in una dozzina di Paesi) così poco apprezzato dalla aitante Dell’Olio? Nel volume l’ex tecnico della Lazio e della Nazionale inglese elenca i tanti tradimenti ai danni dell’allora compagna di vita, con presentatrici tv e segreteria della federcalcio inglese.

Nell’edizione norvegese (e soltanto in essa) del libro Eriksson racconta di quando si trovò in un appartamento di Goteborg (dove allenava la squadra locale), su un divano, con la ragazza di un giocatore; i due furono sorpresi nudi e attivi dal calciatore in questione, che aprì la porta e disse minacciosamente ‘tu che cavolo ci fai qui?’; a questo punto l’allenatore svedese rispose dicendo ‘credo sia meglio se io me ne vado’ e nella fretta della sua fuga, quasi in mutande, infilò le scarpe da ginnastica del calciatore, cinque misure più grandi delle sue.

C’è anche dell’Italia nelle rivelazioni piccanti di Eriksson. Infatti tra le sue conquiste compare anche l’attrice Debora Caprioglio e una ballerina di night-club panamense, incontrata in Messico quando Sven allenava la nazionale locale.
Su Nancy, l’oggi 65enne manager del Guangzhou R&F, racconta con poco amore che “voleva sempre essere al centro dell’attenzione”, ma la definisce ancora come sua compagna.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto