Chris Hemsworth è l’ennesima celebrità ad aver rivelato l’assurdo regime alimentare a cui sottostà per preparasi al meglio ad interpretare un personaggio sul grande schermo. A breve il pubblico italiano lo vedrà muscoloso ed in forma in Thor: The Dark World – l’uscita nelle sale italiane è prevista per il 20 novembre – ma la dieta per la prossima pellicola è già cominciata.

Ron Howard ha scelto l’attore australiano per In the Heart of the Sea, che, prendendo spunto dall’omonimo libro di Nathaniel Philbrick, narra l’affondamento dell’Essex nell’Oceano Pacifico nel 1820. Quello che doveva essere il cognato di Miley Cyrus ne ha parlato al Jimmy Kimmel Live!

[I protagonisti sono] Un gruppo di marinai in una baleniera che viene colpita e affondata da una balena. Saltano su delle piccole zattere e vanno alla deriva per 90 giorno. In pratica, finiscono per morire e mangiarsi a vicenda: insomma, una commedia romantica. Quindi dobbiamo essere molto magri e seguiamo una dieta da 500-600 calorie.

Ricordate come Hugh Jackman e Matt Damon si lamentavano dei pasti loro concessi? Sembra niente in confronto a quanto consumato quotidianamente dal povero Chris.

In un solo milkshake possono esserci 600 calorie. Quindi in pratica mangio un paio di insalate piccole, un po’ di proteine e vado a letto affamato. Poi c’è anche un periodo di digiuno di 15 ore in cui non si mangia per niente.

Giustamente la star di Thor ha fatto notare come sia curioso vedere un cast composto da 15 energumeni che conteggiano calorie e parlano di cosa possono e non possono mangiare. L’unica ancora di salvezza (per rimanere in tema nautico)? I piccoli sgarri che Chris e gli altri – ci sono anche Benjamin Walker e Cillian Murphy – si concedono una volta ogni tanto.

Pochi minuti fa ho mangiato un po po’ di pezza, 10 spicchi. Ma lo faccio solo una volta a settimana e dopo ti senti molto in colpa.

Via | YouTube

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto