La rivista Latina dedicherà la copertina del prossimo numero a Demi Lovato. A soli 21 anni, la vita e la carriera del giudice dell’edizione americana di X Factor ha subito più colpi di scena di un thriller: il grande successo televisivo, la svolta musicale, i problemi con la droga, la disintossicazione e, infine, la rinascita con il talent show.

Tutte queste esperienze rendono Demi interessante agli occhi del pubblico e, di conseguenza, dei media. Lei, però, preferisce non soffermarsi troppo sul passato: meglio sognare un futuro, preferibilmente non da sola.

Sono una ragazza texana, il mio istinto è quello di avere dei bambini presto. Mi dico: “Ok, è tempo di fare dei bambini”. Ho ancora così tanto da vivere che è meglio darmi una calmata. Vedremo dove sarà la mia vita fra 5 anni. Ma sicuramente sarà mamma entro i prossimi 10 anni.

E se c’è una mamma, ci sarà anche un papà, e Demi ha già in mente come dovrà essere.

Cerco qualcuno che mi faccia ridere. Sai, fra 20 o 30 anni, a volte la scintilla si spegne, ma stare con il tuo migliore amico: ecco cosa fa durare le relazioni.

E improvvisamente ci ricordiamo che, in fondo, sotto la pellaccia da veterana dello showbiz, si nasconde una ragazza di 21 anni, con i sogni e le aspirazioni tipiche di quell’età, e al netto della voglia di ribellarsi a qualsiasi forma d’autorità. All’abitudine dei giovani americani di sbronzarsi al raggiungimento dell’età legale per bere – 21, per l’appunto – Demi preferisce altro, anche in considerazione della sua visibilità presso il pubblico più giovane.

Per me è diverso perché mi sto riprendendo [dai problemi con l’alcol, ndr]. Voglio essere d’esempio. Non bisogna per forza bere tantissimo, si può fare qualcos’altro.

C’è chi sogna di metter su famiglia, per esempio. Vero, Demi?

Via | Latina

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto