Carramba che sorpresa! Questa settimana Chi si trasforma in Raffaella Carrà per una buona causa: trovare la mamma di Dudù, il barboncino di Francesca Pascale e Silvio Berlusconi che è ormai diventato una star. Una settimana fa è stata la Brambilla a raccontare di aver regalato il cagnolino alla coppia, in piena campagna elettorale, rivelando di averlo ricevuto in dono da dei suoi amici:

Ho regalato io Dudù al presidente. Era gennaio dell’anno scorso, in piena campagna elettorale, e Francesca mi chiese un cucciolo. La cagnolina di amici dell’hinterland milanese ne aveva giusto tre di 55 giorni, l’età in cui possono essere staccati dalla mamma.

E così il settimanale diretto da Alfonso Signorini è andato alla ricerca di quegli amici dell’hinterland milanese, identificandoli nei coniugi Valenza, da anni amici della Brambilla, che vivono in una cascina poco fuori Pavia. Qui vive anche Trilly, una barboncina bianca di 8 anni senza pedigree. È lei la mamma del piccolo e tenero Dudù, e Chi ci mostra le foto a confronto dei due cani, nei diversi momenti delle loro giornate, uno nella cascina di campagna, l’altro nel lusso di Palazzo Grazioli.

Così viene descritta la nascita di Dudù dal giornale:

Dudù è “figlio del peccato”: Cinque anni, fisico prestante, affettuoso, Rudy, papà di Dudù, è un barboncino bianco, emigrato in Germania con Calogero, fratello di Lodovico Valenza. Durante una visita Rudy e Trilly si sono accoppiati all’insaputa dei padroni. Da questo amore “clandestino” sono natri tre cuccioli, tra cui Dudù.

Lodovico Valenza, ex carabiniere, è quindi il proprietario di Trilly. Intervistato da Chi ci tiene a sottolineare la gioia sua e della famiglia a sapere che Dudù è in buone mani:

Siamo fieri, contenti, che una giovane signora come la Pascale, che potrebbe permettersi di acquistare un cane di gran razza, si sia affezionata a un cucciolo senza pedigree.

Se a questo si aggiunge poi che la Pascale è la compagna di Silvio Berlusconi, meglio di così non poteva andare:

Dudù non potrebbe stare meglio. Anche politicamente, dico. Io ho le stesse idee. Sto dalla stessa parte. Diciamo che siamo politicamene affini.

Se Berlusconi e la Pascale invitassero la famiglia Valenza a Palazzo Grazioli, per conoscere Trilly e farla incontrare al loro cucciolo, loro accetterebbero con gioia, come precisa il capofamiglia:

Certo. Sono una persona semplice io, sarei felice e onorato di conoscere da vicino i suoi padroni.

Francesca, informata del ‘ritrovamento’, non perde tempo e dice di attendere a braccia aperte l’arrivo di Trilly e dei Valenza:

Sono felice che abbiate trovato la mamma del nostro Dudù. Non vediamo l’ora di farli incontrare. Le porte di Palazzo Grazioli, o di Villa San Martino, sono sempre aperte per Trilly e per la sua famiglia. Li aspettiamo presto.

Dite che Chi avrà l’esclusiva di questo commovente incontro?

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più