Chris Brown sta cercando di salvarsi in calcio d’angolo. Il portavoce del cantante ha annunciato che il suo assistito ha deciso di entrare in una clinica con lo scopo di porre rimedio agli incontrollabili scatti d’ira di cui troppo spesso finisce preda.

La decisione è arrivata a tre giorni dall’arresto della pop-star per aver preso a pugni un uomo di fronte ad un albergo di Washington, negli Stati Uniti. Come già riferito da GossipBlog.it, le versioni su quanto sia realmente accaduto domenica mattina discordano a seconda della parte a cui si presta l’orecchio.

Qualunque sia stata la miccia ad aver innescato la colluttazione, l’ex di Rihanna (leggi, i suoi avvocati) ha tutto da perdere in questa vicenda. Non dimentichiamoci che l’imputato Brown è ancora in libertà condizionata in seguito alla condanna per l’aggressione del 2009 ai danni della celebre ex. Qualora venisse dimostrata la sua colpa, il cantante rischierebbe fino a 4 anni di carcere per aver violato i termini della libertà vigilata.

Ecco spiegata l’improvvisa scelta di ricoverarsi in rehab. Resta da capire quanto il giudice che si occupa del caso si lascerà “intenerire” dalla mossa dell’imputato. Basterà per convincerlo che Chris Brown, finalmente, è sulla strada della redenzione?

Via | TMZ

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più