Piero Marrazzo si prepara al ritorno in tv a partire da metà novembre: su Rai2 condurrà infatti un nuovo programma, Razza Umana, uno spazio dedicato a documentari brevi di costume e di politica. E quale occasione migliori, quindi, per far parlare di sé dalla stampa? Così, ecco arrivare l’intervista a Vanity Fair, che sarà in edicola da domani, 30 ottobre, e della quale sono trapelate già alcune dichiarazioni riguardanti lo scandalo che lo ha travolto quattro anni fa e la sua nuova relazione sentimentale.

E parte spiegando come ha fatto a risalire la china, dopo lo scandalo dei trans, della cocaina e del ricatto ai suoi danni:

Con un mese di monastero, dimostrando anche che non avevo alcuna dipendenza. Poi con due anni di analisi. Partendo da una domanda: “Perché, da eterosessuale, con il successo e una famiglia felice, sono finito lì?”.

Una domanda a cui si è dato più di una risposta, soprattutto grazie al percorso di analisi intrapreso, e che ha probabilmente a che fare con una qualcosa di irrisolto della sua vita:

È intima, e non ce n’è una sola. Pensavo che il problema fosse il rapporto con mio padre: un’ombra lunga, personalità imponente, famoso in Rai. L’irrisolto, invece, mi diranno, era con mia madre: donna bellissima, riservata ma vicina. Morta di tumore nel 1985, lo stesso anno di papà Joe: per questo sono giornalista.

Dai trans comunque non ci è più tornato, e rivela che non ne era un frequentatore abituale, sebbene quello che fu detto e scritto nel periodo in cui esplose lo scandalo:

No, ho detto basta e mi sono dedicato a recuperare cose importanti della mia vita, che ho rischiato di perdere per sempre. In quel mondo, mi ci calavo estemporaneamente, per riparo, e con umanità. In alcuni anni, neanche ci sono stato. Solo a un certo punto, poi, c’è stata una ripresa, ma fu breve.

Ma la vera novità dell’intervista riguarda la nuova relazione amorosa che il giornalista porta avanti ormai da un anno con Patrizia Mancini, coreografa, insegnante di danza ed ex ballerina in tv. Conosciuta tramite amici comuni nel 2012, al mare, la Mancini ha 42 anni, 13 in meno di Marrazzo:

Sono rimasto stupito. Non pensavo proprio a fidanzarmi. È successo al Circeo, dove passavo le estati da ragazzo. È apparsa una mattina in spiaggia, ci presentano amici comuni. Pensavo: “Mo’ ricominciamo: Marrazzo, lo scandalo, i trans, la cocaina”. Ma la grandezza di una donna è che quando le piace un uomo non ha pregiudizi: il sentimento è più forte.

Questo amore è quindi arrivato all’improvviso, e nonostante lui temesse di non potersi più innamorare:

Ho avuto paura. Che non avrei più potuto dare niente a una donna, che non avrei potuto innamorarmi di nuovo. Invece una stagione ha ceduto il passo a un’altra.

Da tutto quello che è accaduto in passato ha imparato una lezione importante:

Piero non tradisce più. Non mente più.

E forse è questa la cosa oggi più importante.

Fonte | Vanity Fair

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più