Angelo sapeva benissimo che io sono una specie di Dottor Jekyll e Mister Hyde, solo che la prima volta che gli ho fatto questo paragone, non è stato nemmeno in grado di capire a quale opera letteraria mi riferissi. La differenza d’età tra noi non è mai stata un problema, quella culturale alla lunga sì!“. Questo uno dei lati negativi che l’attrice francese Corinne Clery ha individuato come concausa della fine del suo rapporto con Angelo Costabile, suo ex compagno di una trentina d’anni più giovane che abbiamo visto soffrire insieme a lei durante Pechino Express 2. La loro relazione ha fatto discutere soprattutto per l’atteggiamento dell’attrice che non gli risparmiato anche qualche sonoro sberlone. Alla vista di tali immagini il web (e non solo) si è mobilitato per la difesa del toy boy in questione. Ma Corinne ha una notizia per noi tutti: anche lei ha un cuore, eccome se ce l’ha. Se questa rivelazione vi coglie impreparati, sappiate che vi stupirete ancora di più dando un’occhiata alla nostra chiacchierata. Pronti?

Corinne, partiamo subito dalle ultime dichiarazioni di Angelo che le suggerisce di prenderlo ad esempio in fatto di educazione…

(ride, ndr). Non sai quanto mi faccia sorridere questa cosa! Lui è una persona buona, uno che non farebbe mai del male a nessuno ma se pensa che basti questo per potersi definire educato, forse è il caso che vada a consultare un dizionario per capire cosa significhi il termine “educazione”! L’educazione, infatti, si vede da molte piccole cose e lui non ne aveva neanche mezza quando ci siamo conosciuti! Pensa che mi aveva addirittura chiesto di insegnargli come stare a tavola e come vestirsi. Io l’ho aiutato volentieri e gli ho pure dato una mano a rifarsi il guardaroba perché aveva uno stile improponibile a quei tempi. Se poi adesso crede di essere diventato un lord inglese, io ho i miei forti dubbi in merito. Lui poi aveva anche l’abitudine di interrompere la gente quando parla, una cosa insopportabile! Pensa che quando tentava di riconquistarmi, mi aveva fatto credere di aver iniziato a frequentare delle lezioni di bon ton, perché sapeva di averne bisogno e che mi avrebbe fatto piacere. Se ora ritiene che io necessiti di imparare l’educazione da lui o da sua madre beh, diciamo che io non la penso così…

Beh, allora in quanto a educazione Gregory sarebbe stato il compagno ideale…

No, Gregory si comportava così perché era pagato per farlo, è il suo lavoro. Non avrei preteso certo un atteggiamento del genere dal mio ex compagno! Senza contare che Angelo ha una forte personalità, un carattere tosto. Ci tengo a dire che non è proprio un toy boy, com’è stato definito. E’ uno che ha una sua attività, si mantiene da solo e che è abituato a mettere sotto le persone, ma io non sono proprio il tipo da accettare una condizione del genere. Questo suo atteggiamento è decisamente peggiorato davanti alle telecamere…

Quindi Pechino Express 2 ha segnato la fine della vostra relazione?

Io non sarei mai andata con lui a Pechino Express 2, ma poi Angelo mi ha convinta disperandosi e dicendomi che non poteva sopportare di vedermi lì con qualcun altro. Io pensavo di partire con un’amica, ma alla fine ho ceduto. Il motivo per cui non l’avrei voluto con me era proprio la crisi che stavamo attraversando e che stava facendo emergere le nostre differenze caratteriali. In ogni caso io gli voglio bene e mi auguro il meglio per lui!

Ah, ma quindi la “Sclery” non è poi così cattiva come la dipingono…

Adoro il soprannome “Sclery” ma no, non sono assolutamente cattiva, anzi! Io ho semplicemente vissuto la mia storia con Angelo senza farmi troppi castelli, perché avrò anche molti difetti ma di sicuro non sono scema. La nostra è stata una bellissima relazione e lui era totalmente accettato anche dalla mia famiglia e dalle mie nipotine. Ad un certo punto, però, le cose finiscono. E finalmente l’ha capito anche lui e ha smesso di tampinarmi per chiedermi di tornare insieme. Tutto ciò, comunque, non significa che io non gli sia grata!

E per cosa si sente di ringraziarlo, in particolare?

Beh, Angelo mi ha conosciuto in un periodo molto buio della mia vita. Dopo la morte di mio marito io sono stata davvero sotto un tram per un anno intero. Poi è comparso lui, così gentile, dolce e determinato a stare con me…tanto che alla fine ce l’ha fatta! Abbiamo passato due anni molto belli insieme, poi, come succede a quasi tutte le storie d’amore, negli ultimi tempi non riuscivamo proprio più a capirci. In generale, secondo me la passione dura due anni. Se poi non subentrano la stima e l’amore, è inutile continuare. Anche perché io non ho per niente paura di stare da sola!

E cosa le hanno detto le sue amiche quando l’hanno vista a Pechino Express 2? Angelo ha rivelato che anche loro l’abbiano criticata per l’atteggiamento che ha avuto verso di lui…

Questa è una cosa che lui si è inventato di sana pianta! Le mie amiche mi hanno solo detto che non mi riconoscevano nella me che vedevano in televisione e ciò ha un senso perché attraverso il montaggio io e Angelo siamo stati molto “caratterizzati”. Ma tanto sapevo che alla fine ci sarebbe stato un crescendo e, come avete visto tutti, ne sono uscita supervincente!

Supervincente, sì. E da questa chiacchierata pare anche che lei abbia un cuore…

Ma certo! Ne ho anche troppo, di cuore. Poi mi rendo conto benissimo di essermi meritata il soprannome “Sclery” perché ho sclerato e non posso promettere a nessuno che non lo rifarò di nuovo. Questo proprio perché sono una persona vera e non cambio davanti alle telecamere come invece è cambiato Angelo che dice in giro che io sarei gelosa di lui perché ha avuto più successo di me agli occhi del pubblico da casa nel corso delle puntate. Ma io alle telecamere sono abituata da 38 anni e di certo, a differenza sua, non avevo bisogno di un reality per lanciarmi nel mondo dello spettacolo. Cosa vuole che mi importi?

E a questo punto tocca a voi tirare le somme: Corinne è più Dottor Jekyll o più Mister Hyde?

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più