I problemi amano Lindsay Lohan. La seguono ovunque. Anche da sobria. Stavolta a portare in tribunale l’attrice è il conducente del camion coinvolto nell’incidente stradale per cui la nostra è stata già processata.

In quel caso Lilo finì davanti ad un giudice per aver mentito alla polizia, affermando che non era lei alla guida della sua Porsche al momento dell’impatto. Non bastò scaricare la colpa sull’allora assistente, il pubblico ministero riuscì a dimostrare la menzogna della star.

A più di un anno dall’incidente, avvenuto su una delle strade più panoramiche della California, la Pacific Coast Highway, James Johnson – questo il nome dell’altro automobilista – ha fatto causa alla signorina Lohan con l’intento di scucirle una non meglio specificata quantità di soldi per i danni fisici e psicologici conseguenti a quell’episodio.

La denuncia arriva in un momento molto delicato per Lilo. L’uscita da un centro di disintossicazione risale ad appena 3 mesi, troppo poco per considerarla al sicuro da qualsiasi tentazione. Il rischio di ricadere nei vecchi vizi è altissimo. Appena ieri un tabloid americano aveva pubblicato uno scatto rubato di Lindsay vicino ad una bottiglia di vino, lasciando intendere che la star fosse vicina alla ricaduta. La tesi è stata smentita da un portavoce dell’interprete, ma il dubbio rimane.

Via | TMZ

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più