La Cassazione ha chiuso definitivamente una vecchia e famosa vicenda giudiziaria riguardante la celebre attrice Sofia Loren. Come in molti ricorderanno, infatti, l’attrice napoletana, che nel corso della sua carriera ha ricevuto ben due Premi Oscar, nel 1982 fu arrestata per evasione fiscale, trascorrendo perfino 17 giorni di carcere nel penitenziario di Caserta.

Sofia Loren, però, non doveva essere arrestata e a riconoscerlo è stata la sentenza della sezione tributaria della Suprema Corte che ha accolto il ricorso che l’attrice presentò contro una decisione del 2006 della Commissione Tributaria Centrale di Roma. La vicenda, quindi, dopo un interminabile iter giudiziario durato ben 31 anni, può dirsi finalmente conclusa.

Questa traversia nacque dalla dichiarazione dei redditi che Sofia Loren presentò nel 1974. In quell’anno, l’attrice e suo marito, il produttore Carlo Ponti, estromisero i proventi e spese perché i compensi per i film ai quali l’attrice stava lavorando sarebbero stati erogati soltanto negli anni a venire.

Nel 1980, a Sofia Loren arrivò un avviso di accertamento per un reddito complessivo netto pari a 922 milioni di lire. La Loren, però, avvalendosi del condono fiscale previsto dalla legge 516/1982, presentò una dichiarazione integrativa con un imponibile pari a 552 milioni di lire ossia il 60% del reddito accertato. Il Fisco, però, rispose che la percentuale da applicare doveva essere pari al 70%, perché la dichiarazione del 1974 era da considerare omessa, visto che era impossibile determinare l’imponibile a causa dell’assenza degli elementi attivi e passivi.

Le Commissioni di primo e secondo grado diedero ragione alla Loren; la Commissione tributaria centrale di Roma, invece, dichiarò che la liquidazione del condono con l’imponibile al 70% era valida. Questa decisione è stata annullata grazie proprio al ricorso dell’attrice.

Per la cronaca, le responsabilità della frode fiscale vennero attribuite al commercialista di Sofia Loren. L’attrice, però, subì lo stesso un forte danno d’immagine proprio a causa dei 17 giorni che trascorse al carcere femminile di Caserta.

Foto | © Getty Images

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più